Le vaccinazioni da fare al cane prima di partire per le vacanze

di cinzia iannaccio 4

E’ importante seguire il calendario delle vaccinazioni dei cani. E’ fondamentale se si vuole fare una vacanza all’estero con il proprio amico a quattro zampe. Alcuni luoghi infatti hanno norme molto restrittive al riguardo e si rischia di ritrovarsi il proprio compagno di viaggio in quarantena, per tutto il periodo feriale. Pessima ipotesi non trovate? Allora, esattamente come va fatto per noi animali bipedi, anche per gli amici a quattro zampe vanno valutate preventivamente le norme sanitarie del Paese di destinazione.

A volte sono le stesse strutture o le agenzie di viaggi a fornire tali informazioni, mentre in alcuni casi è opportuno rivolgersi anche ai consolati o al Ministero della Salute. Non prendetela come una mera pratica di burocrazia, bensì come tutela del vostro cane. Un esempio? Per l’espatrio è obbligatoria la vaccinazione antirabbica, da effettuare almeno un mese prima della partenza, in modo da garantire gli effetti di profilassi. La rabbia infatti non è stata ancora del tutto sconfitta in Italia. Tale vaccinazione non è obbligatoria se si rimane in Patria, ma la compagnia  aerea o navale scelte per il trasporto potrebbero farne richiesta al momento della prenotazione e dunque dell’ammissione dell’animale al trasporto.

A dirla tutta, anche sul nostro stesso territorio, i rischi per la salute dei cani (o dei gatti) sono diversi a seconda delle Regioni: in Sardegna ad esempio, è molto diffuso l’echinococco, una tenia, mentre altrove questo rischio è minimo. Lo stesso discorso vale per specifiche tipologie di zecche. In tutto il Mediterraneo è inoltre diffuso il pappatacio, l’insetto responsabile della trasmissione della leishmaniosi (in Italia si può facilmente riscontrare in Sardegna, nella zona dell’Argentario, sull’Isola d’Elba ed i Sicilia oltre che in altre aree del sud). Nella Pianura Padana invece è molto diffusa la filariosi cardiopolmonare, una malattia molto pericolosa, ma per la quale una profilassi è possibile.

Insomma, se si vuole viaggiare con serenità insieme al proprio cane, sia che si vada all’estero sia che si rimanga entro i confini nazionali, è importante tenere presenti le vaccinazioni necessarie, i rischi, i farmaci che possono alleviare l’infezione e l’igiene necessaria al caso. Occorre ricordarsi sempre di portare il libretto sanitario del nostro amico domestico.

Commenta!

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>