Fare il bagno al cane

di Giulia 1

Il bagnetto al proprio cane è un gesto che, soprattutto in estate, assicura pulizia, igiene e toglie l’odore tipico dei quattro zampe, che hanno conservato durante tutto l’inverno: inoltre lavare il cane assicura freschezza allo stesso e permette di lavare via un pò del pelo che in questi mesi si è rinnovato. Non esistono regole precise per la frequenza con cui lavare l’animale ma se l’animale vive in casa e se è di razze con una forte produzione di sebo è opportuno che lo si faccia all’incirca ogni due mesi. Ma come fare per lavare correttamente il nostro amico a quattro zampe?

Abituate il cane ad essere lavato e manipolato fin da cucciolo, sarà più facile in questo modo riuscire a lavarlo: cercate di essere in due a lavarlo, e in ogni caso munitevi di un bel grembiule per evitare gli schizzi di Fido che certamente si scrollerà violentemente l’acqua di dosso! Immergete l’animale nella vasca da bagno o in questo periodo vanno bene anche una tinozza o in una piscina per bimbi: utilizzate acqua tiepida, che verserete addosso al cane in maniera graduale, con una doccetta o un secchiello, mai violentemente in modo che non si prenda paura.

Per insaponano cominciare dai quarti posteriori per procedere poi verso la testa: è consigliato proteggere gli orecchi con un batuffolo di cotone, per eviatre che entri acqua e, ristagnando, crei delle fastidiose otiti. Evitare infine che il sapone penetri negli occhi: proteggetelo con una mano mentre lo insaponate nel muso, il sapone negli occhi è fastidioso per loro come lo è per noi umani! Fate attenzione!

Dopo aver sciacquato il cane abbondantemente con acqua corrente, occorrerà strizzare il pelo per fare uscire il più possibile l’acqua: strizzatelo delicatamente e avvolgete l’animale in un bel telo da bagno caldo, frizionandolo per togliere tutta l’acqua in eccesso. Se è caldo via libera ad una bella corsa nel prato, facendo attenzione: se il cane trova un buon odore gli si strofinerà contro per togliere il profumo dello shampoo. E spesso si tratta di feci di altri animali.

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>