Lavare il cane, quanto d’estate?

Quante volte possiamo o dobbiamo lavare il cane d’estate? Una domanda lecita, soprattutto pensando alle alte temperature e ai possibili attacchi dei parassiti. Una questione questa che fa discutere da tempo i proprietari dei cani.

Lavare il cane, come regolarsi

Lavare il cane non è un’attività che deve essere svolta per forza da centri specializzati: se non si ha necessità di tagliare il pelo e le unghie si tratta di qualcosa che è possibile eseguire in casa. Ovviamente anche in base alla taglia dei propri  animali e lo spazio a disposizione. Vediamo insieme come regolarsi.

5 errori per cui il cane odia esser lavato (FOTO)

Non è mai troppo tardi per cambiare comportamento. Se, ad esempio, il vostro cane odia quando è il momento di fare toeletta e di fare il bagno e si oppone con tutte le forze a esser lavato è perché state ripetutamente compiendo degli errori. Di sicuro 5 che sono quelli più comuni tra il popolo dei possessori di cani. Mettiamo a fuoco quali sono questi sbagli perché è sempre possibile azzerrarli e innestare un circolo virtuoso.

 

5 errori cane odia fare bagno

Blu, cane spazzino che ama la natura

spazzino

Uno spazzino a quattro zampe? C’è ed è davvero utilissimo per l’ambiente! Non stiamo parlando di un ritrovato della tecnologia o di un robot ma di un vero cane in carne ed ossa che ama l’ambiente e si prodiga per la sua tutela e conservazione. Il cane in questione di chiama Blu, ha circa nove anni ed è un meticcio che vive con la sua proprietaria, una ecologista convinta, a Codogno in provincia di Brescia, ma spessissimo si reca al Lago d’Idro per pulirlo e curarlo.

Acqua profumata per cani

Acqua profumata per cani

Il mondo della bellezza e del benessere per gli amici a quattro zampe non conosce crisi: oggi ci occupiamo di un prodotto dedicato ai pet che vogliono essere sempre profumati e freschi, l’acqua profumata per cani. Si tratta di un’acqua delicatamente profumata senza l’utilizzo di alcool, da nebulizzare direttamente sul pelo per proteggere e profumare il manto del proprio amico peloso, rendendolo fresco e morbido. Le profumazioni tra le quali scegliere sono veramente tante, ma si consiglia di scegliere quelle più delicate, fruttate o comunque tendenti al neutro, per evitare fastidi all’olfatto raffinato di Fido.

Come lavare un Affenpinscher: un video lo spiega

lavare un Affenpinscher

Nel video che vi mostriamo questa settimana, cari amici e lettori di Tutto Zampe, ecco qualche consiglio utile per lavare un cane di razza Affenpinscher. Si tratta di un amico a quattro zampe di piccola taglia ma dal pelo irsuto, che necessita di alcuni accorgimenti per restare pulito e senza fastidiosi nodi. Nonostante lo standard di razza preveda che l’Affenpinscher debba avere un pelo duro e fitto, un pò di morbidezza non guasta di certo, soprattutto se non dovete partecipare ad esposizioni canine che prevedono il rispetto delle regole dettate dallo standard.

La pulizia delle zampe dei cani

I nostri amici a quattro zampe camminano tutto il giorno sulle loro zampette: è inevitabile poi che a fine giornata siano un pochino sporche: che fare a quel punto? Per evitare che salendo su divani o poltrone o altri complementi d’arredo, vi sporchino tutta la casa, prendete l’abitudine di pulire loro le zampette. In questo modo starete tranquilli e la vostra casa sarà al sicuro! Inoltre, dopo una passeggiata la pulizia delle zampe può anche servire per togliere i residui chimici dell’asfalto e la sporcizia che si è accumulata, che il cane potrebbe poi ingerire leccandosi.

Fare il bagno al cane

Il bagnetto al proprio cane è un gesto che, soprattutto in estate, assicura pulizia, igiene e toglie l’odore tipico dei quattro zampe, che hanno conservato durante tutto l’inverno: inoltre lavare il cane assicura freschezza allo stesso e permette di lavare via un pò del pelo che in questi mesi si è rinnovato. Non esistono regole precise per la frequenza con cui lavare l’animale ma se l’animale vive in casa e se è di razze con una forte produzione di sebo è opportuno che lo si faccia all’incirca ogni due mesi. Ma come fare per lavare correttamente il nostro amico a quattro zampe?

Il bagnetto al proprio cane

bagno cane fotoSe il vostro cane riesce benissimo a manifestare la sua presenza anche senza abbaiare ed entrare nella stanza, forse è giunto il momento di fargli fare un bel bagno. Un momento vissuto spesso con ansia parimenti condivisa da proprietari e cani, soprattutto se si tratta del battesimo dell’acqua e si temono le prime reazioni del nostro cucciolo al lavaggio.
Ecco alcuni consigli degli esperti per rendere il rito del bagno più divertente, o almeno tollerabile, per entrambi. Con un po’ di pazienza e di pratica, sia voi che il vostro cane affronterete questo rituale con più calma e serenità, un passaggio consueto tra le cose da fare insieme e per il vostro amico a quattro zampe, nonchè per la salute e l’igiene di tutta la famiglia e la pulizia della casa.

Il primo passo da fare è quello di consultare il veterinario riguardo alla specificità del pelo del vostro animale. Diverse razze e differenti stili di vita detteranno quanto spesso il vostro cane necessita di fare il bagno e che tipo di shampoo è più indicato per le sue esigenze e caratteristiche specifiche.
E’ ovvio che se il vostro cane spende un sacco di tempo a giocare all’aperto, è probabile che avrà bisogno di un bagno più di frequente.

Alcune razze, come i barboncini, richiedono in genere maggiore scrupolosità nella pulizia rispetto ad esempio ai pastori tedeschi. I cani a pelo corto generalmente si sporcano meno e necessitano meno frequentemente di fare il bagno. Ancora una volta, però, dipende dallo stile di vita del vostro cane.