Come proteggere i cani dal freddo…ma ne hanno bisogno?

di cinzia iannaccio 4

Gli animali domestici vanno protetti dal freddo? Ed i cani in particolare, ne hanno bisogno? La questione è abbastanza controversa, anche perché la natura li ha appositamente donati di belle e folte pellicce. Detto ciò, gli sbalzi di temperatura o l’esposizione al vento e alla pioggia, oltre che al gelo, non fanno bene a nessuno. I nostri animali domestici però non sono più animali “in natura”, sono abituati al riparo della casa, di una cuccia, alle temperature miti dell’ambiente casalingo. In questo senso di sicuro occorre proteggerli dal freddo, con piccoli accorgimenti: ecco quali.

Isolare la cuccia: se il cane vive all’esterno dell’appartamento (o anche sul pavimento del salotto), sarà buona norma offrirgli un tappetino su cui riposare che va fissato al terreno, onde evitare che ci si possa soffocare o che lo porti fuori al freddo. Nei canili, spesso viene utilizzata la paglia, ottimo isolante che offre la possibilità di un ricambio costante ed economico, anche se va evitato il fieno ed altri prodotti con semi e similari che possono essere ingoiati o infilarsi sotto il pelo del cane.

Accessori per riscaldare la cuccia: alcuni utilizzano delle lampade a basso consumo all’interno del rifugio del proprio cane, ma attenzione si deve trattare di strumenti senza fili elettrici facilmente raggiungibili dall’animale, non devono rappresentare un rischio. Lo stesso dicasi per alcuni tappeti riscaldabili (come le nostre coperte termiche): ve ne sono alcune in commercio proprio per gli animali domestici con un costo che si aggira intorno ai 50 euro (ve ne sono anche di più economici). In alcuni casi con cifre decisamente superiori si può attivare anche a veri impianti di riscaldamento nelle cucce, anche se mi sembra una vera esagerazione. Anzi c’è il rischio dello sbalzo termico se il cane esce. Piuttosto, una cuccia più piccola e con una coperta sulla porta aiuterebbe l’animale a mantenere il calore ambientale localizzato. Esistono inoltre delle possibilità di isolamento ecologiche da valutare, ad esempio quelle a base di schiuma di soia.

Cappottini per il cane: vestire il cane con il cappottino? In molti non gradiscono, ma possono avere una ragion d’essere, ad esempio nei cani di piccola taglia a pelo corto: nelle aree geografiche molto fredde, con la neve. Anzi, c’è chi ritiene addirittura utile utilizzare delle coperture per le zampine. I cani infatti regolano il calore del loro corpo dalle zampe, che vanno protette: se il ghiaccio o la neve si accumulano in quei pressi i nostri amici possono sentire freddo.

Alimentazione dei cani in inverno: è chiaro che anche il menù del cane in inverno deve cambiare, adattarsi alle temperature. Per quelli che vivono all’esterno (e che dunque fanno un maggior esercizio fisico) possono servire più calorie, anche pasti doppi. Da valutare sempre col medico veterinario. A lui ovviamnente rivolgetevi anche in caso di raffreddore, ovvero se nonostante tutto il vostro cane si è ammalato.

 

Commenta!

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>