Epistassi, sangue dal naso nel gatto

di Redazione 9

L’epistassi è il sanguinamento dal naso. E’ di solito provocata da vasi danneggiati nella mucosa nasale, ma può anche essere dovuta ad una maggiore fragilità dei capillari o ad una non meglio specificata tendenza al sanguinamento. Ogni razza di gatto può sviluppare epistassi e non vi è una predilizione di genere.

Il sanguinamento può essere acuto (improvviso) o cronico (ripetuto nel tempo). Le conseguenze dipendono dalla causa di fondo del sanguinamento nasale. E’ importante determinare se il sanguinamento è unilaterale (da una sola narice) o bilaterale (da entrambe le narici) poiché alcune cause di epistassi sono associate con il sanguinamento unilaterale, mentre altre sono associate ad emorragie bilaterali.

L’epistassi nel gatto può essere causata da:

  • Trauma;
  • corpi estranei nel naso;
  • malattie dentali, come l’ascesso alla radice del dente;
  • tumori nasali;
  • infezioni (batteri, funghi, parassiti);
  • alcune malattie del sangue, come alterazioni della coagulazione, sangue troppo viscoso, malattie da zecche che possono causare una bassa conta piastrinica.


Sintomi

  • Starnuti, accompagnati da uno spruzzo di sangue;
  • gonfiore nasale;
  • grave malattia dentale;
  • denti fratturati;
  • feci nere, catramose (causate da ingestione di sangue);
  • un cattivo odore dalla bocca o dal naso;
  • respiro rumoroso;
  • perdita di appetito.

Diagnosi

  • Il veterinario chiederà la storia clinica completa ed eseguirà un accurato esame fisico, che può portare ad una diagnosi tempestiva con un minimo di test diagnostici, soprattutto se la causa alla base del sanguinamento è un trauma. Un esame attento orale e nasale sotto anestesia può essere necessario per controllare completamente la bocca, la parte posteriore della gola, e la parte anteriore della cavità nasale (solo all’interno delle narici).
  • Un esame emocromocitometrico completo (CBC o emocromo) per identificare anemia, infiammazione o infezione, o un basso numero di piastrine che possono contribuire all’epistassi.
  • Test biochimico per valutare la salute dell’animale domestico e la funzionalità degli organi vitali.
  • Un esame delle urine per valutare la funzionalità renale, verificare la presenza di infezione, e per identificare proteinuria che può essere associata ad alcune cause di epistassi.
  • Test di coagulazione del sangue tra cui una conta piastrinica, fattore di von Willebrand (per verificare la malattia di von Willebrand, un’anomalia ereditaria relativamente comune della coagulazione), ed altri test di coagulazione del sangue (per esempio tempo di protrombina, tempo di tromboplastina parziale, tempo di coagulazione attivata)
  • .

  • I test sierologici per le malattie infettive, in particolare le malattie fungine (istoplasmosi, blastomicosi) e malattie causate da rickettsie, zecche, come l’ehrlichiosi e la febbre delle Montagne Rocciose.
  • Radiografie nasali e dentarie.

Ulteriori test possono essere raccomandati se la diagnosi non può essere stabilita dalle valutazioni descritte in precedenza. Questi includono:

  • Raggi X dettagliati della cavità nasale.
  • Tomografia computerizzata (CT).
  • Risonanza magnetica (MRI).
  • Rinoscopia (valutazione della cavità nasale con endoscopio a fibre ottiche) e la biopsia nasale. Si può fare riferimento ad uno specialista in medicina interna veterinaria per questa procedura, che deve essere eseguita in anestesia generale.
  • Chirurgia di esplorazione della cavità nasale per la diagnosi definitiva e la prescrizione del trattamento.

Trattamento
Il trattamento è focalizzato a fermare l’emorragia. Inoltre, è necessario ridurre al minimo lo stress dell’animale domestico. La sedazione può rivelarsi necessaria per diminuire l’eccitazione e l’agitazione. Possono essere utili:

  • Impacchi freddi e la pressione diretta per contribuire a ridurre il sanguinamento.
  • Adrenalina (ad esempio, epinefrina) può essere applicata sul naso per controllare l’emorragia.
  • Nei casi più gravi, l’anestesia generale può essere richiesta per permettere la fasciatura della cavità nasale con una garza in modo da fornire una pressione diretta per controllare l’emorragia.

Cure a casa
Spesso si forma un coagulo di sangue e l’epistassi si arresta da sola. Il veterinario dovrà comunque visitare il gatto ma una visita di emergenza probabilmente, in questo caso, non è necessaria. Nel frattempo, procedere come segue:

  • Limitare lo stress e diminuire l’eccitabilità (anche con la sedazione).
  • Applicare impacchi freddi e pressione diretta per contribuire a ridurre l’emorragia.

Se l’emorragia non si ferma, peggiora o se il sanguinamento si osserva in altri siti, la situazione va gestita come un’emergenza e bisogna chiamare immediatamente il veterinario.

Commenta!

Commenti (9)

  1. Buonasera, ieri sera siamo tornati a casa alle 2 di notte, non vedendo il nostro micino che ha possibilità di entrare ed uscire da casa dalla sua porticina ci siamo preoccupati dato che la notte la passa sempre in casa con noi ed esce verso le 5 del mattino…
    Comunque abbiamo cercato e per sbaglio ci siamo accorti di averlo chiuso in camera, circa dalle 19 e 30 alle 2 di notte. é uscito ma mi sono accorta che continuava a starnutire e aveva del sangue nel nasino…. l’ho pulito ma era irrequieto e voleva uscire… abbiamo pensato appunto di aprirgli la porta che magari dopo le tante ore chiuso dentro doveva fare i suoi bisogni… Fatto sta che sono le 20.00 e non è ancora tornato…è il giorno più triste della nostra vita…noi con leggerezza l’abbiamo fatto uscire…quando forse aveva bisogno di cure, sembra solo un brutto incubo e spero tanto che torni a casa… viviamo in montagna, circondati da boschi…ci sono altri gatti con cui gioca…spero tanto sia con oro e torni presto…
    Secondo voi cosa potevano essere quel sangue dal naso e gli starnuti?
    Lui fisicamente era agile stava bene….

  2. Ciao, m’ha toccato profondamente il tuo scritto, non so, la mia Nerina ha lo stesso sanguinamento e il medico sospetta tumore in testa, dato che tempo fa ha avuto, alternativamente, sangue negli occhi. Spero di sapere presto che il tuo micio e’ tornato da te. Poco tempo fa e’ morta la mia Lili e il dolore non passa. Ciao.

  3. Imma, mi spiace moltissimo per la tua micia. Anche la mia gatta anziana ha un probabile tumore alla testa ed ha il sanguinamento dal naso. Ha avuto il sangue in un occhio più di sei mesi fa ed è da un anno che è cieca. Ti abbraccio forte. Grazie per aver scritto la tua testimonianza.

  4. La mia gattina è morta mentre la stavano operando la stavano sterilizzando lei aveva solo 7 mesi la veterinaria mi ha detto che é morta perché è stata avvelenata io invece penso che l anestetico che le è stato iniettato sia stato troppo infatti gli è uscito il sangue dal naso secondo vuoi perché cosa è morta

  5. Ciao,mia mamma che si occupa di sterilizzazioni dice come te che è più facile che sia morta per una anestesia troppo forte. Mi dispiace tanto povera micina.

  6. Sì anch’io penso troppa anestezia. Strana morte di una gattina in tutta salute.

  7. Buongiorno anche io sono disperata per il mio gatto di quasi sei mesi .Circa 15 giorni fa è stato contagiato dal gatto di mia figlia che presentava solo qualche starnuto .Premetto che sono gatti che vivono in apartamento .Il piccolo ha avuto la peggio e il raffreddore è stato molto violento con febbre alta ,vomiti ,diarrea ,ripettuti starnuti con scolo nasale ,naso chiuso e tosse. Dopo circa 15 giorni di antibiotico , antinfiammatorio e aereosol con solo soluzione fisioogica……. è stato meglio, ma gli starnuti si sono ripresentati più frequenti e accompagnati da spruzzi di sangue. L’ha rivisto il vet che sotto anestesia le ha fatto un prelievo di sangue per escludere FIV e FELV ed il test è risultato negativo. Poi le ha controllato le narici con il tetroscopio ma non ha visto niente di anomalo . Sono disperata ,perchè ancora oggi continua a starnutire con sangue , cosa mi consigliate?
    GRAZIE

  8. Nonne tanuccia, spero che sia guarito il micio, i mei mici sono affetti da Herpes virus, e uno di loro ha starnuti accompagnati a muco di sangue…. Non so più che fare per farli stare bene….

  9. Buongiorno, volevo chiedere a qualcuno un informazione. Ieri sera verso le nove mentre mi preparavo ad andare al lavoro ho trovato la mia micia sdraiata morta all entrata di dove ho un aiuola e da dove é solita uscire. Fino alle sei del pomeriggio stava bene ha mangiato e poi l ho lasciata uscire per i suoi giretti. Aveva sangue che usciva dal naso e sembrava anche dalla bocca. Non capisco se é stata investita o magari ha mangiato qualcosa di strano o qualche boccone. Fatto sta che ora la mia Zoe non c’é più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>