Rinite e sinusite nel cane

di Redazione 17

sinusite caniLa rinite è un’infiammazione della mucosa (rivestimento) della cavità nasale o dei seni paranasali (sinusite). Si tratta di una patologia che ha molti fattori scatenanti e che colpisce cani di tutte le razze e di ogni età. I cani giovani sono più inclini alle cause infettive, mentre nei cani anziani è più probabile che si sviluppino tumori e malattie dentali connesse alla rinite. I cani dal naso lungo sembrano essere più inclini alle cause fungine e cancerogene.
La rinite può essere acuta (di improvvisa comparsa e di breve durata) o cronica (a più lenta insorgenza ma di durata più lunga), non infettiva o contagiosa, ed è piuttosto diffusa. Indipendentemente dalla causa sottostante, è comune si sviluppi un’infezione batterica secondaria.

E’ importante stabilire la causa di fondo, perchè le modalità di trattamento sono molteplici e varie. I sintomi clinici e la progressione della malattia associati alla rinite e alla sinusite possono essere lievi e lenti nel manifestarsi, tuttavia, a seconda dei casi, i sintomi possono essere anche gravi e piuttosto devastanti. Ogni caso deve perciò avere una sua diagnostica ed una cura appropriata.
Fattori scatenanti.

  • Virus
  • Funghi
  • Batteri
  • Parassiti
  • Trauma facciale
  • Corpo estraneo
  • Allergie o irritazioni
  • Malattie immunomediate, infiammazioni plasmocitarie-linfocitarie
  • Malattie dentali
  • Fistola oronasale
  • Polipo rinofaringeo
  • Cancro

Sintomi.

  • Starnuti
  • Perdite di muco dal naso
  • Sanguinamento dal naso
  • Perdita di appetito
  • Lacrimazione dagli occhi
  • Deformità del viso
  • Ulcerazione o depigmentazione (perdita del colore scuro) intorno alle narici
  • Alitosi (alito cattivo)

Diagnosi.

Test di base, che includono un esame completo del sangue, il profilo biochimico e l’analisi delle urine devono essere eseguiti su qualsiasi animale malato. Ulteriori esami possono includere:

  • Sierologia fungina
  • Radiografie (cranio, nasale, torace, denti)
  • La tomografia computerizzata (TC) o risonanza magnetica (MRI)
  • Fattori di coagulazione
  • Colture nasali
  • Esami citologici
  • Rinoscopia e biopsia
  • Rinotomia (esplorazione chirurgica del naso) e biopsia

Trattamento.

  • La rimozione o il trattamento della causa sottostante qualora identificata
  • Umidificazione dell’ambiente
  • Mantenere le narici esterne pulite ed asciutte
  • Antibiotici, antiparassitari o terapia antifungina
  • Terapia a base di farmaci antinfiammatori
  • Intervento chirurgico, qualora si riveli necessario

Cure a casa e prevenzione.

Somministrate al cane tutti i farmaci come indicato dal vostro veterinario. Tornate per gli esami di controllo secondo le istruzioni ricevute.

[Fonte: Petplace.com ]

Commenta!

Commenti (17)

  1. Il mio cane, un barboncino nano di circa 8 anni, soffre da circa 3 anni di disturbi collegati all’apparato nasale. All’inizio si sono manifestati con serie prolungate di starnuti, anche 10 o più consecutivi, ed ultimamente con tentativi di espellere dal naso sostanze che lo irritano e lo infastidiscono nella respirazione. Questi ultimi fenomeni comparsi negli ultimi 6 mesi, sono più accentuati al mattino e sono accompagnati dal tentativo di deglutire. Alcune volte é riuscito ad espellere dal naso una sostanza gelatinosa, tipo muco maleodorante, e il suo muso stesso ed anche la bocca presentano un odore sgradevole. Una rinoscopia effettuata in anestesia generale a dicembre 2011 aveva evidenziato una formazione di tessuto necrotico all’interno della narice sinistra e si era proceduto a rimuoverlo ed un successivo esame istologico aveva escluso elementi tumorali. Le complicazioni sono intervenute al termine dell’esame, all’orché non riuscivano a risvegliarlo a seguito di un arresto cardiocircolatorio, e solo la determinazione dei medici riusciva nell’intento dopo circa 30 minuti di massaggio cardiaco manuale. Cosa ancor più stupefacente e che il cane non ha subito danni, considerando inoltre che é un soggetto costantemente sotto cura per problemi di epilessia credo che sia “un miracolato”, se posso oermettermi il termine. A questo punto, persistendo i problemi descritti, considerando i rischi di un nuovo intervento di eventuale indagine in anestesia, cosa si potrebbe fare per alleviare questa sua condizione di estremo disagio?
    Grazie per la Vs. disponibilità.
    Cordiali saluti, Sergio. (da Monza)

    1. Gentilissimo Sergio, purtroppo una diagnosi a distanza non è possibile e solo l’occhio attento del veterinario può stabilire cosa sia meglio per il suo cane. Se tra i lettori vi è qualcuno che ha avuto gli stessi problemi con il suo cane, fateci sapere come avete risolto, per poter aiutare Sergio ed il suo barboncino!

  2. Buonasera, io ho un bastardino di media taglia, aveva il raffreddore e continuava a starnutire, poi l’ho portato dal veterinario e gli fatto una puntura, di antibiotici penso; e mi ha detto che bastava quello; poi però il cane non migliorava allora l’ho portato di nuvo, gli ha fatto una visita più accurata, il tese della leshmaniosi (per fortuna non ce l’ha!) e gli ha diagnosticato una rinite di origine funghina, mi ha dato la cura contro i funghi (8giorni) ed una terapia antibiotica. il Cane un pò è migliorato a parte il fatto che ha sempre sonno, penso sia un effetto collaterale, però coninua a perdere muco dal tartufo e anche un pò di sangue (non come prima ma comunque…) e poi e provo atoccargli il naso, poverino, pienge e si lamenta…..deve avere dolore……mi sa che è ora di fare un altro giro dal veterinario…………!

    1. poverino..in bocca al lupo per una pronta guarigione!

  3. Il mio cane, un bassotto meticcio di 13 anni, da circa due mesi soffre di disturbi ai seni nasali. Da radiografia si evidenzia una infiammazione al seno-nasale destro che gli procura, sopratutto al mattino, sternuti con fuoruscita di muco denso e biancastro. Su consiglio del veterinario è stato somministrato un primo antibiotico a base di amoxocillina per circa otto giorni, dopo averlo fatto riposare per circa 5 giorni, non avendo ottenuti risultati, un secondo antibiotico (non ricordo il nome) che non ha dato ulteriori risultati.
    Un altro riposo di 5 giorni ed ho provveduto ad un antibiogramma del muco nasale che ha dato risultato negativo. Ora sono passato all’aerosol con 2 fiale di CLENIL (una al mattino ed una alla sera con 1 cc a fiala di soluzione fisiologica) ma a distanza di 6 giorni non ho ancora visto miglioramente. (l’unica cosa il muco e meno denso). Aggiungo puro che quando esce per i bisogni è ben coperto per evitargli freddo e sbalzi di temperatura (abitiamo a Messina). Non sò più cosa fare, che mi consigliate?

    1. E’ difficile darti un consiglio, il veterinario lo ha visitato. Parlane con lui se non vedi risultati rapidi.Mi spiace non poterti aiutare

  4. ho un cane di nove anni che da 5 soffre di rinite cronica
    e’ sempre stato curato con cortidin 250 ed antibiotici
    ma da circa un anno la ricaduta e’ frequentissima come si smette la terapia
    ecco che si ricomincia con lo scolo nasale e muco tosse ecc. ecc.
    che possiamo fare?
    il cortisone lo sta distruggendo

    1. Ciao Antonella! Anche il mio cane soffre di rinite cronica da due anni… Sta prendendo il cortisone ma non si vedono miglioramenti, tu sei riuscita a risolvere in qualche modo?

  5. Salve a tutti! Il mio cane di 5 anni soffre da 4 anni di scolo di muco dal naso che cambia dal giallino al bianco e raramente al verdognolo.
    Chiaramente dopo antibiogramma,antibiotici di 2 tipi e rinoscopia finale con esclusione di tumori,funghi batteri e altro si è evidenzianta solo un’infiammazione quindi abbiamo deciso con la veterinaria di lasciarla tranquilla e abbiamo provato qualche cura omeopatica contando che per quanto riguarda la situazione globale fisica e psichica del cane non vi sono alcuni problemi ed è in gran forma.
    Abbiamo cosí cambiato dieta per escludere allergie ma senza alcun risultato se non che ora mangia pappa fatta in casa.
    Ha avuto in questi 5 anni di vita ( ma risolti veramente velocemente) un problema intestinale con un giorno di diarrea e ha avuto un piccolo orzaiolo vicino a questo episodio.Mai avuto altro.
    Tutti i giorni,da 4 anni,di mattino starnuta e butta fuori un bel pò muco sempre leggermente denso.
    La situazione si accentua quando piove anche se sembra assurdo.
    Quando il tempo è bello lo fa meno.
    Soffre anche di starnuti ripetuti quano annusa o è particolarmente emozionata.
    Ha episodi giornalieri di starnuti inversi notturni.
    Ci siamo un pò rassegnati perchè fondamentalmente sta bene ma è frustrante non avere mai avuto un miglioramento ,una diagnosi e non aver mai trovato nessuno che ha avuto un caso come il mio!

  6. Ciao. ..il nostro Tommy si destreggia tra tosse e muco….siamo passati ad assumere Deltacortene da 5 mg contro i 25 mg di prima. …..abbiamo somministrato….antinfiammatori….naturali…..e antiossidanti. …reperibili in erboristeria e preparato antibiotico naturale a base di echinacea e pappa reale in alta concentrazione. ….così teniamo sotto controllo la tosse e il muco….ma non lo bombiamo di cortisone…..ora ha 12 anni e mezzo. ….ed è abbastanza attivo…..a parte problema alle zampe….nel complesso ha molto appetito ed appare combativo verso gli altri cani. …

    1. Grazie tante della risposta! La mia barboncina sta prendendo il cortisone VetSolone ma nessun miglioramento , la cura che sta facendo il tuo Tommy te l’ha prescritta il vetterinario , interessa tanto anche me… Grazie per tua disponibilità ….non riesco a riprendermi , sto veramente male vedendo la mia bimba in questi condizioni

    2. Scusami , mi sono dimenticata di chiederti se a lui cola il naso , sempre tutti giorni o in alcuni periodi del anno? …spero di riuscire a farmi capire perché sono straniera….

  7. Guarda….il nodtro Tommy era veramente bombardato da questo cortisone da 25….e se gli fa bene da una parte dsll altra abbassa le difese immunitarie……ora mia figlia ha studiato veterinaria e ha lavorato in un laboratorio. …così abbiamo elaborato questa cura piu blanda cortisone da 5 mg abbinato agli integratori antiossidanti antinfiammatori e all echinacea che è un antibiotico naturale e la pappa reale è ricostituente. ….ora Tommy sta meglio. …ma aveva addirittura scolo dsl naso con tracce di sangue..
    E tosse di notte……puoi provare a fargli l aeteosol di cottisone …..io gli dptuzxo nrl naso gli spray che si spruzzano ai bimbi all acqua di mare. …..

    1. Anche la mia starnutisce , muco e sangue… Il cortisone non gli fa stare meglio ha sempre muco….tu fai un preparato di tutte queste cose naturali? Vorrei sapere se il tuo ha sempre questi sintomi o solo in primavera o in alcuni periodi del anno? Alla mia barboncina hanno diagnosticato la rinite 2 settimane fa dopo gli analisi della rinoscopia e risonanza… Scusami se ti faccio troppo domande

  8. Capisco l ansia. …il mio ha sempre la rinite ..ma si tiene sotto controllo col cortisone e gli integratori. ..l aereosol e gli spruzzi. …..se il cortisone alla tua non fa nulla ritorna dal veterinario….e diglelo . ..

  9. Io ho questo problema da luglio dopo che ha preso la tosse dei canili. Curata con 3 antibiotici…therios ronaxan e baytril oltre vetsolone rymadil cardiazolparacodina e soldesam.
    A distanza di oltre 1 mese dalla ultimo antibiotico presenta rinite… starnuti …starnuto inverso é qualche colpetto di tosse.
    Nessun vet ci ha mai prescritto aereosol o mucolitici.
    In passato ha sempre sofferto di rinite allergica e congiuntivite a primavera.
    Non so se chiedere a un omeopata…se fare esame parassiti cardiopolmonari…o portarla a Bologna alla clinica portoni rossi….
    Mi hanno consigliato rinoscopia e endoscopia ma ho paura visto la taglia toy e lo stato immunodepressa attuale.
    Non so che fare…
    Le é aumentata l alitosi… e se si agita inizia a fare tutti versi insieme…starnuti…starnuto inverso é tossona.
    Ha fame…tanta… e dorme molto. Non le interessa uscire… e se tira vento sta molto male.spero mi leggiamo e rispondiate.
    Laura

  10. povera piccola…il mio ha la rinite da 7 anni ora la tengo a bada con inalazioni nasali e in gola di spray da base di acqua di mare e di argento ionicocolloidale…prova anche tu…sono nturali…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>