Le allergie alimentari nel cane

di Redazione 4

Le allergie alimentari consistono in reazioni avverse al cibo che possono manifestarsi in seguito all’ingestione di alcuni alimenti; come succedete agli umani, anche i cani possono presentare o sviluppare delle allergie alimentari.

Le allergie alimentati sono frequenti nei cani, e pur non essendo stata finora riscontrata una predisposizione di razza, ci sono alcuni cani che soffrono più di altri, come ad esempio il Boxer, il Labrador Retriever, lo Spaniel inglese, il Pastore Tedesco, il Bassotto e il Dalmata. Questa patologia può comparire a qualsiasi età, anche se di solito i primi sintomi si manifestano prima del compimento del primo anno.

Tutti i cibi possono causare allergie alimentari, tuttavia, quelli le determinano più frequentemente sono la carne di manzo, il latte e i suoi derivati, le uova e la soia. Il principale sintomo che compare in caso di allergia alimentare è un prurito persistente non a carattere stagionale; all’inizio la cute del cane appare arrossata e successivamente compaiono croste, eczemi e cadute del pelo localizzate.

In genere, almeno all’inizio, le zone che appaiono colpite sono le orecchie, il muso, le ascelle e la zona perianale. Inoltre, seppur in minima percentuale, ci possono essere delle manifestazioni di disagio a livello gastroenterico, ovvero vomito e diarrea. Non è semplice neanche per il veterinario individuare subito se è in corso un’allergia alimentare in quanto le manifestazioni cutanee potrebbero essere espressione di una dermatite.

A differenza delle altre allergie, quella alimentare non può essere individuata tramite prove allergiche ma sono ricorrendo ad una dieta ad eliminazione che consiste nel sostituire la razione del cane con alimenti che non ha mai provato, verso i quali, quindi non può avere una sensibilizzazione.

Con la dieta ad eliminazione si può individuare se ci sono miglioramenti nella salute dell’animale e se ciò può essere imputabile all’alimentazione; ovviamente la dieta ad eliminazione va effettuata sotto la supervisione del veterinario che vi spigherà cosa dare da mangiare al cane e per quanto tempo.

[Fonte: petnet]

Commenta!

Commenti (4)

  1. Dopo aver girato tutti i vet del nord Italia ed aver provato tutti tipi di crocchette,senza risultati,ho risolto cosi’:diagnosi….allergia al pollo(pastore tedesco e golden)e gia’ li’ mi sembrava una c….ta.
    In realta’ i cani hanno problemi per colpa delle crocchette:una coscia di tacchinella o pollo a pasto e le feci,come per magia,da liquide sono diventate di marmo!!!!!!!!!Scomparse anche le iiritazioni e sfoghi vari!!!Le crocchette sono solo uno sporco business!Vergogna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1
    Comunque e ‘ OK qualsiasi cosa con un bel osso attaccato!!!
    Se il cibo per cani e’ completo perche’ non te lo mangi tu oggi stesso??!!
    Ciao

  2. Il mio cane ha quasi due anni,verso 5mesi ha iniziato ad avere un’allergia,all’inizio gli davo il cibo degli umani,ma ha iniziato a grattarsi prima le zampine poi le orecchie.abbiano provato un veterinario che mi ha dato varie diagnosi ma nn è migliorato anzi peggiorato.abbiamo cambiato ver dopo aver provato vari tipi di crocchette allergiche sembrava migliorare,ma invece é peggiorato di nuovo prendendolo occhi,zampine.potrá mai guarire?a cosa può essere allergico,nn ne abbiamo più idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>