Terremoto in tempo reale, la gatta Gigia torna a vivere dopo 6 giorni

di Piera Lombardi Commenta

Disidratata, provata, ma miracolosamente viva; Gigia, una gatta bianca e grigia è stata estratta dopo 6 giorni dalle macerie di Amatrice. Una piccola storia a lieto fine nella devastazione del terremoto e nella immane tragedia di un’intera comunità. Sono stati i vigili del fuoco a trovarla mentre stavano lavorando con le ruspe per cercare di spostare i detriti. Quando hanno visto qualcosa, hanno interrotto il lavoro e l’hanno salvata. Per poi portarla presso il Posto veterinario avanzato allestito nella zona rossa dall’Enpa dove è stata sottoposta alle prime cure e ha potuto riabbracciare Daniela, la sua proprietaria a cui non è rimasta che lei. Ha perso tutto.

 

gatta salvata terremoto

 

La gatta ha resistito al crollo della sua abitazione per sei lunghi giorni. A riportarla alla luce è stato un vigile del fuoco al lavoro nella zona con la sua squadra. Gigia è ora tutta la famiglia di Daniela la sua proprietaria, che scampata anche lei al terremoto, ha però perso tutto e da giorni chiedeva ai vigili del fuoco di trovare la sua gatta bianca e grigia rimasta intrappolata sotto la casa definitivamente crollata dopo la seconda scossa letale della notte del 24 agosto. E il vigile del fuoco Andrea che viene da L’Aquila e sa bene cosa significhi perdere tutto in un terremoto, ha esaudito aiutato dalla fortuna le preghiere della donna.

 

gatto salvato dal terremoto beve da una ciotola

 

Nella notte del sisma, Daniela aveva provato a recuperare la sua Gigia, ma la gatta per lo spavento era fuggita e si era nascosta nella casa che però con le scosse successive è crollata del tutto.

 

Gigia è stata consegnata al Posto veterinario avanzato che da un paio di giorni Enpa ha allestito ad Amatrice in zona rossa. Gestito dai veterinari della Rete Solidale Enpa, va ad aggiungersi ai due presidi Enpa a Torrita e alle squadre di volontari e Guardie Zoofile che dalle prime ore del dopo sisma prestano soccorso agli animali  sia da compagnia con o senza proprietari, che d’allevamento. Complessivamente sono già 300 gli animali terremotati assistiti e curati dall’Enpa.

 

Ora Gigia è tornata tra le braccia della sua proprietaria, debilitata ma ce la farà,come hanno detto i veterinari volontari che l’hanno subito visitata.

 

 

Fonte enpa.it e tgcom24.mediaset.it

Photo credits twitter.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>