Terremoto in tempo reale, sos animali nelle campagne

di Piera Lombardi Commenta

Sos animali nelle campagne abbandonate: proprio mentre c’è stata una nuova forte scossa sismica, la devastazione portata dal terremoto si mostra in tutta la sua drammaticità anche nelle campagne dove gli animali sono stati colpiti non meno che nei centri abitati. A decine sono morti sotto le macerie, ci sono greggi abbandonate, e grossa è la difficoltà ad accudire gli animali. Mentre l’Enpa ha già soccorso 200 animali domestici e distribuito nove tonnellate di pet food nelle tendopoli e nelle località isolate, o in punti di alimentazione sul territorio creati per gli animali vaganti, e portato alimenti in alcune stalle, oggi l’unità di crisi attivata dalla Coldiretti sarà in un’azienda agricola del comune di Amatrice dove sono morte 30 mucche e nelle aziende agricole dei comuni più colpiti dal terremoto.

 

ambulanza veterinaria Enpa in campagna

 

L’sos lanciato dalla Coldiretti traccia un quadro nelle campagne terremotate drammatico: decine di animali morti sotto le macerie, solo 30 mucche nel crollo di una stalla ad Amatrice, greggi abbandonati, stalle, fienili e casolari lesionati, distrutti o inagibili; sistemi di mungitura inutilizzabili, ma anche frane e smottamenti sulle strade rurali che impediscono la necessaria consegna quotidiana di latte andato perduto.

 

Circa mille aziende agricole, in prevalenza bovime e ovine, operano nell’area interessata dal sisma dove sono subito necessari, tra l’altro, foraggi, mangimi, generatori di corrente, carrelli per la mungitura, pali e filo elettrificato per le recinzioni.

In una situazione in cui continuano incessanti le scosse e l‘emergenza non viene meno,  ci sono difficoltà ad accudire gli animali dal momento che i titolari hanno dovuto abbandonare le strutture lesionate e dichiarate inagibili e si temono azioni di sciacallaggio nelle aziende agricole isolate.

I giovani della Coldiretti hanno attivato ronde antisciacalli che di sera vigilano sulle aziende agricole, mentre sulla base delle richieste, si cerca di consegnare carrelli per la mungitura e generatori di corrente alle aziende colpite grazie alla collaborazione dell’Associazione Italiana Allevatori, ma anche il cibo garantire l’alimentazione degli animali con l’aiuto dei Consorzi Agrari d’Italia, mentre occorre riuscire ad alloggiare in tende, camper e roulotte, gli allevatori per consentire loro di rimanere vicini ai propri animali.

Per collaborare in questa azione di solidarità è stato aperto uno specifico conto corrente denominato COLDIRETTI PRO-TERREMOTATI (IBAN: IT 74 N 05704 03200 000000127000) dove indirizzare la raccolta di fondi.

Intanto l’Enpa, oltre al soccorso agli animali domestici, ha anche portato alimenti e flebo a mucche in una stalla; cibo per cavalli e distribuito foraggio per animali d’allevamento.

 

Fonte coldiretti.it e askanews.it

Photo credits twitter.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>