Terremoto in tempo reale, emergenza cani e gatti abbandonati (VIDEO)

di Redazione Commenta

Una nuova emergenza nella più grande tragedia del terremoto: quella di cani, ma anche gatti abbandonati, rimasti soli, senza casa e senza proprietari, vaganti, dispersi. Ci sono cani che hanno salvato tante vite in questi giorni, cani tratti in salvo ma che hanno perso tutto, animali ancora da salvare. Lega Nazionale per la Difesa del Cane si è attivata per raccogliere cibo e altro materiale da inviare sui luoghi colpiti per accudire animali che hanno perso le loro famiglie ed eventualmente ospitare i nuovi randagi. Cani e gatti di proprietà che sono stati estratti dalle macerie, spaventati e disorientati, senza futuro perché purtroppo molti di loro non potranno più ricongiungersi con i loro cari.

 

 

 

Sguardi atterriti, occhi in cerca di consolazione, cani ma anche gatti che hanno visto le loro case sbriciolarsi, i loro amati umani sparire ingoiati dalla terra, si sono lasciati docilmente prendere dai soccorritori, ma poi una volta  salvati se non hanno trovato rifugio nelle tendopoli, vagano rimasti completamente soli: è un’ emergenza che si aggiunge all’emergenza più grande.

 

La Lega Nazionale per la Difesa del Cane si è attivata e ha preso contatti con la Protezione Civile per dare il suo sostegno in termini di materiali di consumo da utilizzare per il recupero e l’accudimento degli animali dispersi o randagi, in grave difficoltà nel dopo sisma.

 

L’associazione ha attivato in tutta Italia punti di raccolta di cibo e altro materiale che verrà recapitato direttamente ai coordinatori dei soccorsi sui luoghi colpiti dal terremoto, ma a partire dalla prossima settimana. Per il momento invece non è stata attivata nessuna raccolta fondi, a meno che non si renda necessaria per qualche Sezione che si prenderà in carico animali vittime del terremoto e bisognosi di cure particolari.

 

Fedeli alla mission della nostra associazione, molti nostri attivisti si sono offerti di raggiungere le zone del sisma da tutta Italia per dare una mano concreta con la competenza di Guardie Zoofile e volontari di lungo corso – afferma Piera Rosati – presidente di Lega Nazionale per la Difesa del Cane – Stiamo prendendo contatti con le Asl locali per offrire la nostra disponibilità a ospitare in diverse Sezioni d’Italia eventuali animali dispersi.

Intanto spontaneamente sui social si sono costituiti gruppi per scambiare notizie, dare voce agli appelli di chi ha perso i propri cani e gatti; ma soprattutto lanciare sos per dare un alloggio ad animali rimasti soli.

 

Tra le tante, si possono consultare le seguenti pagine Facebook: Terremoto Amatrice e dintorni – Animali persi e trovati  e Trovati/Smarriti Animali Terremoto Centro Italia

 

Fonte legadelcane.org e facebook.com

Fonte video youtube.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>