Animali abbandonati, oggi la raccolta cibo nei punti Esselunga

Torna nella giornata di sabato 10 novembre l’appuntamento con Diamogli una zampa, l’iniziativa di solidarietà che consente di partecipare in prima persona per aiutare gli animali abbandonati tramite la raccolta di alimenti che viene promossa dalla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, di cui è portavoce la deputata Michela Vittoria Brambilla.

L’appuntamento è fissato nella giornata di oggi in oltre 70 supermercati della catena Esselunga per rinnovare la raccolta dello scorso aprile quando sono stati raccolti circa 53mila chilogrammi di cibo, equivalenti a oltre 318mila pasti per i canili e i gattili sul territorio nazionale. 

Terremoto in tempo reale, emergenza cani e gatti abbandonati (VIDEO)

Una nuova emergenza nella più grande tragedia del terremoto: quella di cani, ma anche gatti abbandonati, rimasti soli, senza casa e senza proprietari, vaganti, dispersi. Ci sono cani che hanno salvato tante vite in questi giorni, cani tratti in salvo ma che hanno perso tutto, animali ancora da salvare. Lega Nazionale per la Difesa del Cane si è attivata per raccogliere cibo e altro materiale da inviare sui luoghi colpiti per accudire animali che hanno perso le loro famiglie ed eventualmente ospitare i nuovi randagi. Cani e gatti di proprietà che sono stati estratti dalle macerie, spaventati e disorientati, senza futuro perché purtroppo molti di loro non potranno più ricongiungersi con i loro cari.

 

 

 

10 animali che vivono bene dietro le sbarre (FOTO)

C’è un posto incredibile dove animali abbandonati ritornano a vivere: è lo Stock Island Detection Center in Florida (Usa) che è una prigione ma anche un particolare rifugio e fattoria di animali esotici che, per una volta, stanno benissimo dietro le sbarre. Sono curati dai detenuti con la supervisione di una delle guardie, l’ex biologa marina Jeanne Selander. All’inizio gli ‘ospiti’ erano appena 25, oggi ce ne sono più di 150 e la maggior parte sono esotici. E’ possibile andare in fattoria a conoscerli. Ecco i più ‘famosi’ in 10 foto.

 

Emu uomo e tartaruga

 

Per i cuccioli abbandonati si mobilitano speciali tartarughe

In aiuto di cuccioli abbandonati arrivano speciali ‘tartarughe‘… Non sono tartarughe Ninja bensì, come si dice nel gergo del fitness, trattasi di addominali super scolpiti di fanaticissimi ragazzoni, tutti muscoli e saluti, che sono i vigili del fuoco australiani in veste di modelli, impegnati in questi giorni su un set fotografico a prestare il fianco ma anche la parete addominale, per realizzare il calendario di beneficienza 2017. A torso nudo sì ma per un’ottima causa: raccogliere fondi oltre che per bambini ustionati, per la prima volta anche a favore di cuccioli abbandonati.

 

uomini a torso nudo con cuccioli di cane

Aiutare gli animali passeggiando, grazie ad un’app

Aiutare gli animali

Un’applicazione per il telefonino che permette di aiutare gli animali in difficoltà? E’ possibile grazie all’app denominata ResQWalk, scaricabile in qualunque store della apple, che permette di inviare dei fondi ai rifugi per animali abbandonati ed in difficoltà, per adesso limitata ai soli Stati Uniti e Canada. Un’iniziativa veramente interessante che presto potrebbe anche trovare sviluppo anche nel nostro paese. Vediamo in concreto di cosa si tratta.

Animali domestici sporchi? Per la Cassazione è reato

Animali domestici sporchi

Detenere gli animali domestici sporchi ed in condizioni di degrado, per la Cassazione equivale a commettere il reato di abbandono e maltrattamento. Ma non solo: può anche essere condanno per aver provocato un’offesa al benessere dei vicini e grave pregiudizio per il tranquillo svolgimento della loro vita di relazione. La sentenza è recentissima e conferma la decisione di un Tribunale di Udine che aveva condannato una donna per abbandono di animali a causa degli odori nauseabondi e delle esalazioni moleste per il vicinato, in quanto deteneva all’interno del suo appartamento circa settanta gatti.

Miss Italia contro l’abbandono degli animali esotici

abbandono degli animali esotici

Una nuova campagna di sensibilizzazione di AAE Onlus contro l’abbandono degli animali esotici ha una testimonial d’eccezione: si tratta della bellissima Giusy Buscemi, miss Italia in carica.  La campagna ha come obiettivo quello di informare le persone circa le problematiche specifiche degli animali da compagnia non convenzionali come ad esempio conigli, cavie, criceti, tartarughe d’acqua ed altri ancora. Giusy Buscemi aveva già collaborato in passato con alcune associazioni animaliste, rendendosi protagonista della campagna Un amico non si abbandona mai insieme ad altre miss titolate del concorso di bellezza.

Cane abbandonato in montagna, salvato grazie a Facebook

cane abbandonato

Abbandonare un cane è di per se un atto ignobile, ma lasciarlo da solo su di una montagna, tra le rocce taglienti, senza acqua nè cibo, è crudeltà allo stato puro. Un gruppo di escursionisti mentre si trovava sulle montagne rocciose, a Mount Bierstadt vicino a Denver, vede questo cane, spaventato e ferito incastrato tra alcune rocce ma purtroppo non riesce a metterlo in salvo. Come fare allora? La coppia decide di lanciare un appello su Facebook, il popolare social network, al fine di trovare qualche alpinista in grado di riuscire nella missione recupero. L’appello produce i suoi frutti: otto alpinisti professionisti si offrono di riportare a valle il cane, del peso di circa trenta kg, salvataggio  che riesce dopo ben nove ore di discesa.

Tommasino, il gatto randagio diventato milionario

La storia di Tommasino, il gatto randagio diventato milionario, ha davvero del singolare. Dalla sua anziana padrona, infatti, ha ereditato la bellezza di 10 milioni di euro. La signora, non avendo parenti, ed essendo un’animalista convinta, ha deciso di premiare la compagnia affettuosa del gatto con una lauta ricompensa.

Criceto alla stazione di Savona: abbandonato, dimenticato o in viaggio?

Era lì tutto solo nella sua gabbietta, un criceto russo, sulla banchina della stazione ferroviaria di Savona: come se stesse in attesa di un treno. E’ vero che i criceti sono animaletti intelligenti, ma di certo non sarà arrivato in quei luoghi da solo, con l’obiettivo di partire per fare un bel viaggio. Lo hanno trovato gli agenti della Polfer la notte scorsa: dopo averlo accudito per qualche ora in attesa del ritorno o di una telefonata del proprietario, lo hanno affidato alle cure dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) locale.

Isernia: convenzione per salvare la fauna in diffiicoltà

Una bellissima iniziativa è stata promossa all’Azienda sanitaria regionale (Asrem) in collaborazione con la Provincia di Isernia: le due infatti hanno sottoscritto una convenzione per il soccorso temporaneo della fauna che si trova in stato di difficoltà.

In base all’accordo l’Asrem assicurerà gli interventi, tempestivi e su tutto il territorio Molisano, mentre la Provincia metterà a disposizione un fabbricato dismesso dell’Anas, adeguatamente ristrutturato e dotato di attrezzature minime per effettuare gli interventi di primo soccorso. In tal modo gli animali soccorsi potranno essere curati tempestivamente da personale specializzato, intervenendo in un luogo adatto e completo.

Animali investiti: indispensabile soccorrerli

Non è soltanto per la multa salata, ma anche per questione di senso del dovere e, soprattutto, per l’amore che tutti, chi più chi meno, dovremmo provare per un animale, soprattutto se sofferente per colpa nostra. Chi investe un amico a quattro zampe deve assolutamente soccorrerlo nell’immediato e tentare di fare l’impossibile per riuscire a salvarlo, come farebbe con una persona. Del resto, le leggi parlano chiaro e poco tempo fa i carabinieri di Legnaro, hanno inflitto una multa di ben 389 euro ad un automobilista sessantenne che non era riuscito a scansare con la propria auto un cane meticcio e poi si era allontanato.

In particolare, questo cittadino reo di aver commesso una doppia azione deplorevole, è stato sanzionato in applicazione del nuovo codice della strada, articolo 189 bis. Purtroppo, comunque, non si tratta dell’unico caso e, ogni anno, sono migliaia gli animali vittime di gravi incidenti, molti dei quali vengono lasciati crudelmente morire tra i dolori atroci.

Agosto: dati relativi agli abbandoni


Con la fine del mese di agosto siamo a fornire i dati relativi agli abbandoni ed al randagismo: si registra fortunatamente un calo proprio nel mese in cui l’abbandono di animali solitamente è in aumento. Nel periodo compreso dal 25 luglio al 29 agosto 2010 gli avvistamenti di cani vaganti ed abbandonati sulle strade ed autostrade italiane e segnalati al servizio telefonico e di segnalazioni via sms di Aidaa sono stati 2680 contro i 4213 dello stesso periodo dello scorso anno con una diminuzione percentuale del 32,7%.

Di queste 1435 sono state le segnalazioni relative a cani vaganti sulle autostrade italiane contro i 1945 dello scorso anno con una diminuzione del 36,3%. Le segnalazioni su cani abbandonati sono giunte prevalentemente dalle regioni del centro-sud Italia, con un picco per quanto riguarda la Puglia, la Campania, la Sicilia e la Calabria. Migliora notevolmente la situazione del Lazio ed in particolare della provincia di Roma, dove le segnalazioni quest’anno sono state inferiori del 44% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.