Tommasino, il gatto randagio diventato milionario

di Redazione 4

La storia di Tommasino, il gatto randagio diventato milionario, ha davvero del singolare. Dalla sua anziana padrona, infatti, ha ereditato la bellezza di 10 milioni di euro. La signora, non avendo parenti, ed essendo un’animalista convinta, ha deciso di premiare la compagnia affettuosa del gatto con una lauta ricompensa.

La signora Maria Assunta, di 94 anni, viveva da molti anni a Roma, anche se originaria di Potenza. Qualche anno fa, nel 2009, aveva stilato un testamento olografo in cui lasciava il suo intero patrimonio immobiliare tra cui una villa all’Olgiata, e 2 appartamenti a Roma e Milano, alcuni terreni, nonché il suo patrimonio mobiliare (la defunta era titolare di diversi conti correnti presso diverse banche) al suo caro Tommaso, che era solita chiamare Tommasino.

Il diminutivo lascerebbe pensare che si tratti di un nipotino, e invece è un gatto, che la signora aveva trovato abbandonato appena nato vicino ad un cassonetto dell’immondizia. Nel testamento, del quale veniva istituito un legato a favore della persona fisica o giuridica, o dell’associazione animalista che sarebbe stata individuata dagli esecutori testamentari, e che sarebbe divenuta erede dell’ingente patrimonio con il perentorio onere di occuparsi del gatto Tommaso e, successivamente alla sua morte, degli altri animali abbandonati.

Dopo oltre un anno, in cui agli esecutori testamentari sono pervenute centinaia di richieste da tutta Italia di possibili candidati all’ambizioso incarico di erede e di legato. A maggio scorso, la scelta è caduta su un’infermiera professionale di 48 anni, Stefania, che si è presa cura della signora fino alla fine dei suoi giorni. Come spiegano i legali che hanno seguito la strana vicenda, ora Stefania, anche lei amante degli animali, tanto che ne ospita parecchi lei stessa nella sua casa fuori città, porterà Tommasino con sé e insieme a lui, un bel “gruzzoletto” per la fortuna del micio e degli animali abbandonati.

Photo Credit|ThinkStock

Commenta!

Commenti (4)

  1. Anchi io adoro i gatti l ultimo mi e’ morto a 24 anni avrei adottato tommasino senza eredita lasciando tutto per animali abbandonati e fatto far un cimitero esclusivo per animsli e una cappella per tommasino ma non sapevo come e chi contattare .forse biveva di piu,che l unica cosa che desideravo e l avrei dato in sposo alla mia gatta ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>