Terremoto e gelo, tutta la sofferenza degli animali

di Fabiana Commenta

Le nuove scosse di terremoto, il maltempo, il ghiaccio e il freddo, continuano a martoriare il Centro Sud minacciando anche gli animali.

animali gelo, terremoto

La situazione è sempre più critica visto che la neve, scesa copiosa, continua a intrappolare gli animali e si stanno intensificando gli interventi di emergenza delle forze dell’ordine, dei vigili del fuoco e del soccorso alpino. Le scosse del 18 gennaio hanno causato una vera e propria strage fra gli animali: a lanciare l’allarme è la Coldiretti che parla di crollo delle stalle e di isolamento delle strutture agricole, con una sostanziosa presenza di allevamenti di pecore e bovini. Se sono oltre 3mila le aziende agricole nei territori terremotati, solo nelle Marche si contano 600 mucche e 5mila pecore senza alcun tipo di ricovero.

E la situazione nelle campagne e le stalle tra Amatrice e Accumoli è sempre più critica: si cerca di incrementare le operazioni di soccorso degli allevatori rimasti bloccati nelle loro case e nelle loro aziende per non abbandonare gli animali e per non dover interrompere la mungitura. Sono gli stessi allevatori che non hanno voluto abbandonare i loro animali anche dopo le scosse di agosto e di ottobre.

TERREMOTO, ANIMALI SFOLLATI SIANO ACCOLTI

Le strade al momento risultano ancora impraticabili a causa della neve e  diventa sempre più difficile aiutare le aziende isolate e in difficoltà anche nel portare il foraggio necessario agli animali. Gli animali soffrono delle avverse condizioni meteo: stando ai dati riportati dalla Coldiretti, nelle zone terremotate la produzione di latte è dimezzata e si registra un forte aumento degli aborti. A causa della neve anche gli animali selvatici non riescono ad alimentarsi spesso necessitano di aiuto. Molti gli interventi segnalati in queste ore: i carabinieri forestali di Fiastra in provincia di Macerata sono intervenuti non solo per recuperare un allevamento di 200 capre che rimasto isolato per la neve, ma anche per salvare un capriolo.

Il Soccorso Alpino ha invece tratto in salvo un cinghiale rimasto intrappolato nella neve troppo alta pubblicando su Twitter il video dell’operazione.

 

photo credits| Twitter soccorso alpino

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>