Terremoto, animali sfollati siano accolti

di Redazione Commenta

Accogliere gli animali ed evitare un’emergenza nell’emergenza! A lanciare l’appello affinché gli animali domestici siano ospitati nelle strutture di accoglienza con i loro umani terremotati è l’Enpa, l’ente nazionale di protezione animali che da ieri è già presente a Norcia con un punto veterinario avanzato, dopo polemiche scoppiate a seguito delle testimonianze di sfollati di Ussita, in provincia di Macerata, che si sono visti rifiutare l’ospitalità da parte di strutture ecclesiastiche perché in compagnia del proprio cane o gatto.

 

cagnolino-solo-tra-le-macerie

In particolare ha suscitato indignazione la vicenda di una signora di Ussita che ha dormito nelle cucce dei suoi tre cani perché una struttura ecclesiastica le ha negato l’accesso perché in compagnia dei propri familiari a quattro zampe. Mentre la solidarietà è arrivata da parte di ua famiglia veneta che è corsa a regalare alla signora la propria roulotte. L’appello dell’Enpa è anche al sindaco di Ussita, Marco Rinaldi, attraverso twitter

 

Vicini a sindaco di Ussita ma si preoccupi anche delle strutture che ospitano suoi concittadini. Strutture Non accettano animali! Si evitino ulteriori emergenze

Intanto fin da ieri, a seguito delle scosse, oltre che nelle Marche, nel teramano nelle aree colpite dal sisma del 24 agosto dove l’associazione continua a garantire la presenza ininterrotta, l’Enpa è già operativa nelle zone del nuovo sisma con un’ambulanza veterinaria e un’automedica.

I volontari dell’Enpa a Norcia (Perugia) hanno fatto un primo monitoraggio della situazione relativa agli animali. Per fortuna non ci sono vittime tra gli esseri umani, ma su twitter Enpa segnala di aver cominciato a trovare vittime animali, pipistrelli compresi.

Al momento – spiega l’Enpa in una nota – le principali criticità riguardano soprattutto gli animali delle persone in via di evacuazione dalle zone rosse. Infatti, si sono verificate resistenze da parte delle strutture di accoglienza, le quali in diversi casi avrebbero rifiutato di accettare gli animali.

Per questo, in attesa di avere un quadro della situazione più chiaro e definito, Enpa si appella al senso di responsabilità e alla solidarietà di tutti affinché a nessuno – umano e non umano – sia negato il doveroso soccorso:

E’ un indiscutibile dovere morale che permetterà di evitare un’emergenza nell’emergenza. Quella di animali abbandonati a se stessi e quella di persone che, come già accaduto in passato, pur di non separarsi dai loro amici sono pronte a rifiutare gli aiuti.

 

 

Fonte enpa.it e twitter.com

Photo credits Enpa

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>