Terremoto, gatta Carina viva dopo 12 giorni (FOTO)

di Redazione Commenta

Disidratata, confusa, sofferente ma viva. Un altro miracolo a 12 giorni dal terremoto: una gatta, Carina, è stata estratta ieri dalle macerie di Amatrice anche se in condizioni molto critiche, ed è stata portata a sirene spiegata dall’ambulanza veterinaria dell’Enpa, l’ente nazionale protezione animali, presso una clinica veterinaria di Rieti. Proprio una settimana fa, i vigili del fuoco avevano recuperato da un’abitazione crollata Gioia o Gigia, gatta sorella di Carina, che la proprietaria Daniela reclamava dopo aver perso tutto. E che ora le hanno messo accanto per farla guarire.

 

gatta con la flebo

 

 

Carina è molto debole, per lei la prognosi è riservata. Ha resistito sotto le macerie 12 giorni, in condizioni talmente estreme che non ci si aspetterebbe di trovare vivo nessuno. Per ora è azzardato dire se ce la farà: ma di buono c’è che, portata al Posto veterinario avanzato dell’Enpa nella zona rossa di Amatrice, sottoposta a fluidoterapia, antibiotici e vitamine, aveva ripreso a mangiare prima d’essere trasportata in ambulanza a Rieti.

 

gatta visitata daun veterinario in postazione Enpa

 

 

Proprio una settimana fa la sorella di Carina, l’altra gatta della signora Daniela che ha perso tutto nel terremoto, era stata estratta viva dalle macerie grazie ai vigili del Fuoco,la storia aveva fatto il giro del mondo e già si era parlato di miracolo.

Ora questo miracolo nel miracolo anche per il modo in cui è avvenuto il ritrovamento: i vigili del fuoco stavano rimuovendo le macerie della casa per liberare dai detriti il centro storico di Amatrice, quando hanno trovato la micia.

Però Carina è in condizioni molto critiche: portata alla postazione veterinaria Enpa è stata sottoposta alle prime cure ma poi, accertato il suo stato, trasferita ieri sera d’urgenza in clinica a Rieti.

 

Ha bisogno di essere idratata in vena, ha bisogno di reintegrare le vitamine e i fluidi sottocute, ha reso noto il veterinario.

gatta in visita veterinaria postazione Enpa

 

La gatta in ipotermia, appare abbattuta e disorientata. Il timore è che in questa situazione potrebbero sopraggiungere complicazioni che, a loro volta, potrebbero causare un peggioramento del quadro clinico complessivo.  Intanto però le hanno messo accanto Gigia, la gatta sorella salvata una settimana fa per incentivarla a star meglio. Tutti fanno il tifo per la micia sperando che anche lei possa ricongiungersi alla sua proprietaria Daniela.

 

Una gatta in un trasportino

 

 

 

Fonte adnkronos.com

Photo credits twitter.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>