Cane aggressivo dopo il parto, che fare?

Richiesta di consulto veterinario
Il mio cane ha appena partorito. Il parto è andato a meraviglia se non per il fatto che abbiamo dovuto isolare la cagnetta ed i cuccioli dal resto della “ciurma”. Dico ciurma perché noi abbiamo ben 3 cani,di cui la mamma e i suoi figli, un maschio ed una femmina. Quest’ultima è proprio la cagnolina che ha appena partorito e crediamo che a metterla incinta sia stato suo fratello in quanto vivono insieme. Da quando ha partorito però la cagnolina ringhia contro il fratello (padre dei cuccioli) e contro l’altro cane che è la mamma…

cane aggressivo dopo il parto

Cane aggressivo, che fare?

Richiesta di consulto veterinario
Buongiorno, volevo porvi questo problema: ho un cane meticcio taglia medio/piccola (10kg) di 6 anni ad agosto, Frank; è stato adottato dalla sottoscritta che aveva 3 mesi, la precedente propietaria però lo aveva con lei da quando aveva 20 giorni quindi non è stato a contatto con la madre il tempo necessario. Frank è sempre stato un cane possessivo nei miei confronti ed adorabile, il capo branco lo ha identificato in mio marito.

cane aggressivo che fare

Cane aggressivo con altri cani, che fare?

Richiesta di consulto veterinario
Ciao a tutti il mio cucciolone di 12 anni, Luno, incrocio tra un terranova e  un boxer, negli ultimi mesi sta sviluppando comportamenti aggressivi nei riguardi degli altri miei cani.. Premetto che vivo con sei cani di cui 5 sono maschi,  4 non sono sterilizzati (compreso Luno); i miei cani vivono insieme da anni ormai e non si è mai presentato alcun tipo di problema anzi si è sempre vissuto D amore e d accordo.. Ma come dicevo nel ultimo periodo Luno manifesta questa indole aggressiva senza motivazione…..

cane aggressivo con altri cani

Cane aggressivo con vicini, veterinario comportamentalista spiega

Richiesta di consulto veterinario
Ho un cane maltese di circa quattro anni, docile e giocherellone. Il problema è la sua spiccata antipatia per alcune specifiche persone verso le quali abbaia e tenta di rincorrere appena li vede. Trattandosi di vicini di casa, mi crea qualche problema anche se finora non è accaduto niente di particolarmente grave. Chiedo cortesemente informazioni su come eventualmente corregere questo comportamento. Grazie e cordiali saluti

cane aggressivo vicini casa

 

Spray all’ossitocina per cani aggressivi

ossitocina

Se il vostro cane è territoriale e non molto amichevole con gli altri amici a quattro zampe, ecco un prodotto che fa al caso vostro: uno spray a base di ossitocina che renderà Fido dog friendly con gli altri pelosini. Il principio attivo di questo spray è appunto l’ormone dell’ossitocina , una sostanza che se spruzzata ed annusata dai cani, li rende amichevoli e tranquilli. Miho Nagasawa, tra gli inventori di questo nuovo prodotto spray studiato nell’Università di Tokio, spiega:

Cani di piccola taglia più aggressivi secondo uno studio

Cani di piccola taglia

Uno studio condotto dall’Università di Sydney, in Australia, ha rivelato come i cani di piccola taglia siano più aggressivi rispetto a quelli più grossi: in particolare gli studiosi hanno dimostrato come più il cane è piccolo e più tenderà ad essere aggressivo ed a montare persone, oggetti, altri animali. L’università che ha condotto lo studio ha basato le proprie ricerche su un campione di circa ottomila cani, composti da circa ottanta razze diverse: lo studio è stato poi pubblicato sulla rivista PlosS One. Paul McGreevey della facoltà di veterinaria commenta:

Cane aggressivo in posizione dominante: il capobranco è lui

cane aggressivo carattere dominante capobranco

Il cane aggressivo in posizione dominante è un bel guaio da affrontare in famiglia. Tutto nasce come sempre da una reminescenza della vita in natura: il cane come l’uomo è un animale sociale e quindi tende a vivere in gruppo con regole gerarchiche ben stabilite. C’è in genere un capobranco, i suoi diretti sottoposti e via via più in basso con i ruoli. Il capo ha una posizione di dominio e quindi tende sempre ad avere un atteggiamento minaccioso con chi dimostra di voler usurpare la sua privilegiata posizione: nell’ambito della scelta dei luoghi, nel cibo, nell’accoppiamento e così via.

Se il cane è aggressivo e la causa è la paura

aggressività cane causa paura

Tra le varie cause dell’aggressività del cane, troviamo di certo la paura. Ringhiare, abbaiare e alla fine attaccare può essere una reazione istintiva al timore di essere aggrediti o feriti, laddove non esista una possibilità di fuga. Se il cane è aggressivo con un estraneo ad esempio, è perché non vede altra possibilità oltre quella di difendersi.

Comportamento aggressivo del cane

comportamento aggressivo cane

Il comportamento aggressivo del cane è un fenomeno piuttosto complesso. Dal punto di vista dell’animale, ringhiare, mordere, digrignare i denti, abbaiare, rizzare il pelo sono tutti aspetti del suo bagaglio comportamentale, che utilizza per comunicare, e hanno sempre una motivazione ben definita. Le conseguenze, chiaramente, possono essere anche gravi, e il primo passo per imparare a gestire l’aggressività del nostro amico a 4 zampe è la conoscenza dei suoi molteplici aspetti.

Aggressività cani, bambini scambiano ringhio per sorriso

L’aggressività nei cani è imputabile in parte a fattori genetici, in parte, larga parte, a fattori ambientali. Cane aggressivo, padrone aggressivo. Un’associazione appurata dalla ricerca, così come accertato è il ruolo di un corretto addestramento e dell’attività fisica quotidiana per prevenire spiacevoli aggressioni del cane.

Oggi parliamo di bambini: avere un cane in casa è un ottimo deterrente contro l’obesità e un valido metodo per responsabilizzare i giovanissimi a prendersi cura di qualcuno, ma occhio ai cani aggressivi. Non perdete mai di vista vostro figlio se sospettate atteggiamenti del cane, piuttosto che del bambino, rischiosi per la sua incolumità. Il limite che noi adulti sappiamo riconoscere quando in qualche modo infastidiamo il cane e scateniamo la sua ira non è altrettanto percepito dai più piccoli che, spesso, scambiano un ringhio per un sorriso e persistono nel gioco troppo spinto, come tirare la coda al cane, ad esempio, inconsapevoli del pericolo che corrono di essere morsi ed azzannati.
A dirlo è una recente ricerca condotta da un’équipe di psicologi della Lincoln University, presentata nel corso della  World Safety Conference in corso in questi giorni a Londra.

Aggressività nei cani, fattori di rischio l’ambiente e i geni

aggressività nei caniL’aggressività, soprattutto quando diventa pericolosa nei confronti di altri animali o persone, è una delle principali cause che portano all’abbattimento o alla reclusione dei cani. Un recente studio getta luce su interessanti connessioni tra il comportamento aggressivo dei cani e i geni coinvolti nella neurotrasmissione nel cervello.

Per la sua tesi di dottorato, Jørn Våge della Norwegian School of Veterinary Science, ha studiato i geni responsabili degli aspetti comportamentali dei cani, con particolare attenzione a cosa avviene durante un’aggressione.
L’aggressività e i comportamenti ansiogeni ad essa legati hanno un effetto negativo sul benessere degli animali, perché lo stress influenza sia la salute mentale che la salute fisica dei cani.

Padrone aggressivo, cane aggressivo

cani aggressiviTale padrone, tale cane. E’ proprio il caso di dirlo. E finchè si tratta di eredità positive, come allegria e giocosità ci può anche stare. Ma se parliamo di aggressività il discorso si fa un tantino più delicato. Recenti studi hanno dimostrato che un comportamento aggressivo da parte del proprietario del cane ha ripercussioni sullo stesso animale, che tenderà, con maggiori probabilità, a sviluppare lo stesso atteggiamento ostile e rabbioso.

Lo studio, realizzato tramite un sondaggio sommistrato dai ricercatori dell’Università della Pennsylvania ad un campione di proprietari di cani, ha riguardato principalmente il confronto sui vari metodi utilizzati per addestrare i cani aggressivi. Il team di ricercatori in veterinaria ha così scoperto che i cani aggressivi con molta probabilità continueranno a rimanere tali, a meno di un radicale cambiamento nelle tecniche di addestramento, di per sè troppo aggressive.

Museruola cani, meglio il paradenti

paradenti caniLa museruola è uno strumento indispensabile per la salvaguardia dell’incolumità delle persone che vengono a contatto con cani pericolosi. Anche quando il proprietario è sicuro che gli atteggiamenti aggressivi dell’animale non creino alcuni pericolo per sè stesso e per i suoi familiari, non bisogna infatti dimenticare che per strada, o anche a casa, il cane potrebbe diventare irascibile con la prima persona estranea che si avvicina, che sia il postino, o un vicino di casa, piuttosto che un passante.

Una misura preventiva resasi necessaria, quella della museruola, dopo i molti episodi di aggressione, anche a bambini e membri della famiglia, che hanno visto protagonisti cani come i doberman, i pit bull, i rottweiler. In realtà abbiamo già spiegato che l’aggressività di un cane deriva nella maggioranza dei casi da un cattivo addestramento o peggio da un non addestramento, e in razze così cariche di energia se la si incanala in modo sbagliato, è facile sfociare in eventi spiacevoli come le aggressioni a persone o cose. Tornando alla museruola, i cani, inutile dirlo, non la amano affatto. Ma oggi potrebbe esserci finalmente una soluzione alternativa, che renda il cane inoffensivo senza però rivelarsi un metodo eccessivamente invasivo per la sua libertà di  movimento e di interazione con il mondo esterno.