Come lavare il carapace della tartaruga

di Giulia Commenta

lavare il carapace della tartaruga

Le tartarughe sono ormai da diverso tempo uscite dal lungo letargo invernale, e girano felici nei prati o nelle zone loro riservate. Le tartarughe di terra sono animali sostanzialmente autonomi, che necessitano di cibo ed acqua ma non di una particolare cura nella loro pulizia. Se proprio lo desiderate, potete pulire loro il carapace, ma solo una volta all’anno quando sono uscite già da tempo dal letargo e facendo bene attenzione a ciò che utilizzate. Spesso infatti viene consigliato di utilizzare del’olio di palma per la pulizia del carapace della tartaruga, ma in realtà tale comportamento è sbagliato: l’olio di palma infatti potrebbe alterare il corretto funzionamento della termoregolazione, inoltre non permette la corretta traspirazione del carapace, attira maggiormente il calore e può provocare lo sviluppo di funghi, batteri o parassiti.

Se proprio volete dare una pulita alla vostra tartaruga, limitatevi a prendere dell’acqua tiepida ed a pulire con uno straccio imbevuto il carapace del vostro pet, eliminando la terra in eccesso o il fango che seccandosi potrebbe restare attaccato all’osso. La pulizia della tartaruga permetterà non solo di lucidarla rendendola bella (solitamente con il trascorrere del tempo il carapace di opacizza), ma anche di eliminare la cheratina morta. Non dimenticate poi che in natura la tartaruga è assolutamente capace di pulirsi il guscio da sola, sfregandolo contro sassi o contro le piante che incontra lungo il suo percorso.

Nel caso in cui vi siano dei residui di sporco come terra o fango particolarmente induriti dal sole, che la tartaruga non è stata capace di eliminare da sola, allora potete utilizzare duna paglietta da cucina di quelle in ferro morbido, per asportare le parti dure. Mi raccomando, pulitela in maniera delicata senza sfregare eccessivamente onde evitare che il carapace si possa rovinare. Vedrete come sarà bella la vostra beniamina tutta pulita! Se avete dubbi sulla sua alimentazione, ecco un post con qualche consiglio utile.

Fonte: Tartarugando.it

Foto credits: Flickr  foto by Lorydieffe

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>