Gatti in classe contro la fifa blu da esame

di Redazione Commenta

Gatti in classe contro la fifa blu da esame, e l’esame per eccellenza è quello di maturità. E’ quanto capita al Saint Francis Xavier College di Canberra in Australia dove è in corso un esperimento: la kitten pet therapy per gli studenti maturandi. Gattini abbandonati arrivati da un rifugio locale, lasciati liberi di scorrazzare in classe, di stare sui banchi o tra le gambe con l’intento di abbassare la pressione sanguigna dei ragazzi, sedare l’ansia, riuscire a farli studiare in tranquillità e rendere sopportabile la preoccupazione da prova imminente.

 

studenti con gattino sul banco

 

E chi ci dice che l’esperimento australiano non diventi presto un protocollo seguito dagli istituti scolastici di ogni grado e ordine in qualsivoglia paese per sedare la stessa fifa blu che attanaglia tutti gli studenti del globo in vista degli esami? Intanto questa prova al St Francis Xavier College di Canberra, voluta dal team che si occupa del benessere degli allievi, sta andando benissimo e sta dando risultati incoraggianti.

La pet therapy a scuola infatti funziona: i gattini portati nell’istituto dall’organizzazione locale Kitten Rescue che si occupa di trovatelli, sono lasciati liberi di girare nelle aule di studio e di interagire con gli studenti sotto stress.

Gli studenti avevano i libri aperti, con i gattini sulle ginocchia, si rilassavano e la pressione calava visibilmente. È il modo migliore per prepararsi agli esami – ha raccontato soddisfatta la consulente scolastica del Collegio St Francis Xavier, Donna Lambert, alla radio nazionale Abc – Per quanto difficile sia stata per loro la giornata, dopo un po’ si vede come si calmino, qualcuno si addormenta pure.

Anche i mici beneficiano dell’attenzione e nulla vieta che non siano poi adottati dagli stessi studenti.

La pet therapy sta diventando uno strumento di terapia sempre più usato: non solo negli ospedali per la riabilitazione fisica e mentale, in case di riposo e centri di assistenza alle vittime di trauma.

Anche a scuola: dal Giappone agli Usa, ad esempio, si sono sviluppate le cosiddette puppy rooms dove i cani mitigano l’ansia degli studenti. I cosiddetti cani di conforto, in questi giorni stanno dando sostegno emotivo ai sopravvissuti e ai familiari della recente strage di Orlando in Usa.

 

Fonte abc.net.au

Photo credits facebook.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>