Cosa c’è da sapere sui conigli: i falsi miti

di Redazione 8

Se avete deciso di adottare un coniglio e non lo avete mai avuto prima, documentandovi sulle cure da dedicargli, incorrerete sicuramente in un gran numero di informazioni non sempre corrette e che potrebbero mettervi in testa un po’ di confusione su come prendervi cura di questo dolcissimo roditore.

In particolare, sui conigli ci sono dei veri e propri falsi miti che devono essere sfatati; vediamo quali sono.

Falsi miti sui conigli

1. I conigli sono animali poco impegnativi.

Non è vero, innanzi tutto perché tutti gli animali sono impegnativi se decidiamo di prenderci cura di loro nel modo adeguato; è sicuramente vero che un coniglio non deve essere portato a passeggio come un cane, ma la sua gabbia deve essere pulita tutti i giorni, gli va dato quotidianamente del cibo fresco bene lavato e asciugato, gli va cambiata l’acqua e, naturalmente, se si ammala va portato dal veterinario specializzato.

2. I conigli vivono poco tempo.

Falso. I conigli che vivono in casa, se ben tenuti, possono vivere anche dieci anni se non di più.

3. I conigli non hanno bisogno del veterinario.

Altro falso miti; i conigli devono essere vaccinati regolarmente e controllati periodicamente dal veterinario; inoltre sarebbe bene farli sterilizzare per proteggere la loro salute in caso di coniglie femmine e di evitare comportamenti aggressivi nei maschi.

4. I conigli sono animali sporchi.

Falso, sono animali molto puliti, si abituano a fare i bisogni nella cassetta e dopo essere sterilizzati non emettono neanche i cattivi odori derivati dagli ormoni.

5. I conigli amano essere presi in braccio e non mordono.

Questo dipende dal carattere del soggetto, non tutti i conigli, infatti, amano essere maneggiati e se non lo gradiscono, in generale o in quel particolare momento, possono anche mordere.

6. I conigli vivono meglio all’esterno.

Non è detto, anzi, spesso non è così perché all’esterno sarebbero vittime degli agenti atmosferici, degli insetti e soffrirebbero di solitudine; infatti i conigli amano molto il contatto con gli umani e preferiscono vivere a stretto contatto con loro.

7. I conigli possono essere lasciati da soli per qualche giorno

 I conigli necessitano di cure quotidiane, sarebbe meglio non  lasciarli soli.

8. il cibo ideale per i conigli sono le carote.

In realtà è il cibo più importante per il coniglio è il fieno, che deve essere fornito abbondantemente tutti i giorni; al contrario, il pellet per conigli deve essere somministrato con parsimonia.

9. I conigli non hanno bisogno di tanto spazio.

Non è vero, i conigli amano saltare e correre e le gabbie troppo strette non sono adatte a loro, anche in casa devono comunque disporre di uno spazio per giocare.

 

[Fonte]

Commenta!

Commenti (8)

  1. Una etologa tempo fa mi disse che i conigli hanno paura di essere presi in braccio perché, essendo prede, sanno che questo li porterebbe alla morte (ad es. un volatile che li cattura), è vera questa cosa?

    1. effettivamente il coniglio in natura è una preda e quindi quando arriva in nuova casa è normale che sia spaventato e che non ami farsi prendere in braccio. Il coniglio, però, è un animale anche molto socievole: non appena avrà preso confidenza con il padrone e con l’ambiente, lo riconoscerà come membro del gruppo e si farà prendere in braccio e accarezzare

  2. Capito, il problema che mi diceva che poverino ogni qualvolta della sua vita viene preso in braccio “si sente morire”.
    Altri etologi invece mi hanno detto che non è vero, la cosa mi incuriosiva 🙂

  3. Altro mito da sfatare.

    I conigli sono grossi neri e appaiono come visioni oniriche a pazzi schizoidi.

    Assolutamente falso. In realtà appaiono a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>