Cane picchiato fino alla morte, polemica su Facebook

di Redazione Commenta

Un video postato sul Facebook sta scatenando la polemica contro il  social network, spesso accusato di omettere controlli su contenuti pesanti e inopportuni. Nel caso di oggi il video ritrae un cane, picchiato fino alla morte dal suo proprietario, postato nei giorni scorsi e non ancora rimosso nonostante le numerose richieste. Per quale motivo?

Facebook

Facebook fa sapere che non intende rimuovere il video, cruento, in quanto ritiene che il contenuto non violi nessuna regola: e pensate che il filmato in questione è stato condiviso ben 70 mila volte dagli utenti. Tutti indignati dalle cruente immagini del pet e soprattutto dal fatto che il social non abbia fatto nulla per omettere tale contenuto, visibile anche ai più piccoli.

Il video mostra una ragazza che lega, dà fuoco e poi picchia fino alla morte un cagnolino malato: una fine atroce per questo piccolo amico a quattro zampe, un atto infame di vigliaccheria, contro il quale nessuno ha potuto fare nulla. A distanza di un giorno il video è stato finalmente rimosso, ma la polemica non si placa. Le immagini rimosse dal social spesso sono molto meno cruente e soprattutto non ritraggono scene di violenza, mentre questo video era considerato lecito: forse perchè il protagonista era un cane?

In attesa di un riscontro adeguato da parte del social, speriamo che simili atti di violenza non si ripetano più, e che i pelosini possano essere lasciati in pace, o affidati a strutture che i possano prendere cura di loro, se non più voluti dalla famiglia.

foto credit Thinktock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>