Il bagnetto al proprio cane

di Paola P. 15

bagno cane fotoSe il vostro cane riesce benissimo a manifestare la sua presenza anche senza abbaiare ed entrare nella stanza, forse è giunto il momento di fargli fare un bel bagno. Un momento vissuto spesso con ansia parimenti condivisa da proprietari e cani, soprattutto se si tratta del battesimo dell’acqua e si temono le prime reazioni del nostro cucciolo al lavaggio.
Ecco alcuni consigli degli esperti per rendere il rito del bagno più divertente, o almeno tollerabile, per entrambi. Con un po’ di pazienza e di pratica, sia voi che il vostro cane affronterete questo rituale con più calma e serenità, un passaggio consueto tra le cose da fare insieme e per il vostro amico a quattro zampe, nonchè per la salute e l’igiene di tutta la famiglia e la pulizia della casa.

Il primo passo da fare è quello di consultare il veterinario riguardo alla specificità del pelo del vostro animale. Diverse razze e differenti stili di vita detteranno quanto spesso il vostro cane necessita di fare il bagno e che tipo di shampoo è più indicato per le sue esigenze e caratteristiche specifiche.
E’ ovvio che se il vostro cane spende un sacco di tempo a giocare all’aperto, è probabile che avrà bisogno di un bagno più di frequente.

Alcune razze, come i barboncini, richiedono in genere maggiore scrupolosità nella pulizia rispetto ad esempio ai pastori tedeschi. I cani a pelo corto generalmente si sporcano meno e necessitano meno frequentemente di fare il bagno. Ancora una volta, però, dipende dallo stile di vita del vostro cane. Un eccesso di lavaggi (come ad esempio una volta alla settimana) potrebbe addirittura nuocergli nel rimuovere gli olii essenziali dal pelo, provocando secchezza della pelle. A meno che il vostro cane non sia particolarmente sporco, spazzolarlo regolarmente ed energicamente può servire a ridurre il numero di bagni, pur garantendone la pulizia.

Se effettuate il bagno in casa, prima di affrontare il vostro cane, dovrete passare in rassegna la lista di ciò che vi serve a portata di mano nonché effettuare i preparativi lontano dalla presenza del vostro cane, che potrebbe mettersi in ansia anzitempo ogni volta che vedrà ripetersi il rituale preparatorio. Tutto quello che vi serve é:

  • Uno shampoo approvato dal veterinario, a prova quindi di reazioni allergiche
  • Un panno o una spugna
  • Batuffoli di cotone
  • Asciugamani (ovviamente più grande è il cane, più saranno gli asciugamani di cui si avrà bisogno)
  • Un’area calda e sgombra di oggetti in cui il cane potrà sostare dopo il bagno per asciugarsi completamente
  • Una spazzola per il pelo
  • Una spazzola morbida per le unghie e le zampe
  • Un tappetino di gomma per la vasca

bagno caneNon lavate il vostro cane quando le temperature esterne sono eccessivamente rigide. Un consiglio utile soprattutto se si tratta ancora di cuccioli, che hanno difficoltà a regolare la propria temperatura corporea. I cuccioli devono avere almeno quattro settimane prima di fare il loro primo bagno.
Per evitare che entri acqua nelle orecchie infastidendo così il cane si possono utilizzare dei batuffoli di cotone abbastanza grandi da non correre il rischio di scivolare nel canale uditivo. Per la schiuma negli occhi si usa qualche goccia di oli minerali o vegetali.
La temperatura dell’acqua deve essere intorno ai 38°.

Portato il cane nella vasca, bagnatelo delicatemente e completamente e poi passate ad insaponarlo con cura per almeno dieci minuti. Con la spugna lavate il viso e con la spazzola morbida la parte compresa tra un’unghia e l’altra, nonché le zampe.
Non lasciate mai il cane ricoperto di sapone, potrebbe causargli una reazione allergica. Piuttosto svuotate la vasca e riempitela nuovamente con acqua pulita. Risciacquate abbondantemente e tamponate con gli asciugamani. Se usate il phon che sia un getto non troppo forte e non troppo vicino al cane, potreste spaventarlo. Per prevenire infezioni, dopo il bagno, le orecchie vanno asciugate con batuffoli di cotone. Lasciate che il cane si asciughi in un’area completamente sgombra da altri oggetti e calda a sufficienza.

[Fonte: Petplace.com]

Commenta!

Commenti (15)

  1. Io quando devo fare il bagno al mio pincher mi sembra di andare in guerra. si divincola, guaisce, non sta fermo, insomma, odia proprio l’acqua. Quando finisco il bagno sembra sempre un campo bombardato.

    1. eh eh ti capisco, la reazione varia da cane a cane. Il mio faceva un po’ di storie le prime volte, ma successivamente si è tranquillizzato. D’estate è più semplice perchè il giardino può fungere da campo di battaglia, ma d’inverno il bagno in casa diciamo pure che provoca un vero e proprio pandemonio… bisogna prendere mezza giornata di ferie 🙂

  2. Ho un pastore tedesco di 16 mesi a cui piace tantissimo l’ acqua tanto che sto pensando di fargli il brevetto da salvataggio . Ma tutto questo finisce quando e l ‘ ora di lavarlo ,la row strage ce e molto brava e paziente ma lui che ci siamo o no abbaia e Piange ininterrotamente . Vorrei sapere come posso fare

  3. Per più informazioni potete anche leggere questo articolo su come bagnare il cane corretamente: http://ecoldo.wordpress.com/2012/03/14/come-si-fa-il-bagno-al-cane/

    1. grazie per la segnalazione Adella!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>