Border Collie comprende oltre mille nomi di oggetti

di Redazione 2

John Pilley ed Alliston Reid del College Wofford hanno scoperto che un Border Collie comprende i nomi di oltre 1.000 oggetti, distinguendo tra i nomi degli oggetti e gli ordini per andare a prenderli.

Questa ricerca approfondisce le precedenti conclusioni di un’équipe di ricercatori tedeschi che aveva scoperto che un cane riusciva a comprendere oltre duecento termini, lasciando però aperte altre questioni, tra cui per l’appunto se il cane capiva che si trattava di nomi e non di ordini.

Gli autori di questo studio hanno chiarito quanto possa diventare ampio il vocabolario di un cane sottoposto ad una formazione mirata. E cosa capiscano effettivamente i nostri amici a quattro zampe quando usiamo il linguaggio umano per comunicare con loro.

Il cane dei ricercatori, Chaser, è riuscito ad imparare i nomi di 1.022 oggetti in tre anni, con la capacità di discriminare tra 1.022 suoni diversi che rappresentano nomi di altrettanti oggetti.
Il loro secondo esperimento ha dimostrato che Chaser capisce davvero che questi sono nomi, e non comandi impartiti per andare a recuperare l’oggetto. Come hanno fatto vi chiederete? Beh, il meccanismo è tutto sommato semplice. Hanno associato nomi di oggetti e comandi a caso, per vedere se il cane associava comunque il comportamento corretto a ciascun oggetto, a prescindere dal comando ricevuto, basandosi sul nome percepito. E così è stato, Chaser ha capito che i comandi e i nomi avevano significati indipendenti. Il cane capisce che i nomi si riferiscono a particolari oggetti, indipendentemente dall’azione richiesta che coinvolge tale oggetto.

Il loro terzo esperimento ha dimostrato che il cane capisce anche i nomi delle categorie di oggetti. Per esempio, ha imparato che “giocattolo” include gli oggetti con cui giocare, ognuno con un nome.
Ciascuno di questi esperimenti ha mostrato che il cane potrebbe imparare nomi utilizzando procedure che coinvolgono l’apprendimento associativo.

Ulteriori ricerche sono necessarie per determinare se queste abilità linguistiche impressionanti sono condivise da altre razze di cani.

[Fonte: “Border collie comprehends object names as verbal referents”, Behavioural Processes]

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>