Tosse nel gatto, i rimedi omeopatici

Tosse gatto rimedi omeopatici

La tosse non è un disturbo molto comune nel gatto, e può essere la spia di una malattia in corso, più raramente di una cardiopatia. In genere, quando è episodica e di breve durata, non si tratta di patologie rilevanti. In caso contrario è sempre preferibile rivolgersi al proprio veterinario di fiducia, anche perché i felini sono particolarmente soggetti alle malattie respiratorie, in primis alla bronchite e alla filariosi cardiopolmonare.

Cane e mal d’auto, i rimedi

cane mal d'auto rimedi

Anche il cane, proprio come molti di noi, può soffrire di mal d’auto. La salivazione eccessiva, il respiro affannoso, l’irrequietezza e gli sbadigli sono tra gli indicatori di nausea, che in genere precedono il vomito. Viaggiare in macchina non è una situazione naturale per fido, il movimento, infatti, è un fattore che può creare disagio, anche a livello psicologico, ma i rimedi, come sempre, non mancano.

Il cane e il tartaro: prevenzione e rimedi

Qual è uno dei problemi gengivali che assillano moltissimo gli uomini e anche gli animali? Ovviamente il tartaro, che per le persone si può combattere con l’estrema pulizia e visite ravvicinate dal dentista, anche perchè a lungo andare può causare danni ai denti pure ben più gravi, addirittura provocarne la caduta. Lo stesso vale per gli amici a quattro zampe, soprattutto per i cani. Vediamo nello specifico come agire e come prevenire tale disturbo:

Allergia agli amici a quattro zampe: le cause

Allevare in casa un amico a quattro zampe, a volte, può diventare una impresa se uno dei componenti del proprio nucleo familiare si scopre improvvisamente allergico. L’amore per queste tenere creature può non bastare di fronte a starnuti, occhi rossi e asma e allora bisogna cercare di correre ai ripari se non si vuole allontanare quello che in tutto e per tutto è diventato un indispensabile componente tra i propri cari. Se avvicinandovi ad un cane o un gatto vi sentite carichi di prurito, cominciate a preoccuparvi anche perchè di fronte a tali manifestazioni, nella maggior parte dei casi è difficile capire il perchè di tanta esagerata reazione.

Il gatto e l’aggressività

Quando avete avuto la gioia di incontrare per la prima volta il vostro amato gatto, lo avete preferito agli altri perchè era dolcissimo, bisognoso di coccole e particolarmente affezionato a voi, anche se non vi aveva mai incontrato in passato. Adesso pare che stia accadendo tutto il contrario. Si mostra totalmente distaccato e, addirittura, la sera quando rientrate non viene più semplicemente ad accogliervi felice, salutandovi. Quasi sempre, quindi, resta indifferente nella sua cuccia, quasi sordo ai richiami del padrone e, non di rado, sembra far di tutto per indispettirvi. Avete, persino notato che tende a nascondersi, come se volesse proprio evitare ogni contatto con il mondo esterno.

Dopo aver creduto, all’inizio che vi stavate sbagliando, adesso pensate proprio che c’è qualcosa che non va, ma cosa? E’ davvero il caso di preoccuparsi? Andiamo a valutare insieme quali potrebbero essere i motivi reali che lo hanno portato ad assumere tale atteggiamento perchè, del resto, gli animali lanciano spesso dei segnali che non sono casuali, ma non di rado non riescono ad essere percepiti.

Cosa fare se il gatto vomita

Il vomito è uno dei sintomi più comuni nei gatti. Può essere un problema minore, da niente, tale da non doversene nemmeno preoccupare più di tanto, oppure può nascondere qualcosa di più grave entità. Per noi proprietari di animali domestici non sempre è facile distinguere la gravità e la causa del sintomo.

Per chiarire alcuni punti e rispondere alle domande più comuni, iniziamo con il dire che il vomito, ovvero l’atto di espulsione del contenuto dello stomaco attraverso la bocca, può essere causato, nei nostri amici gatti, da diversi problemi:

  • mangiare troppo in fretta
  • mangiare troppo
  • mangiare qualcosa che non è digeribile
  • cambiare tipo di cibo
  • mangiare cibo avariato o spazzatura

Il vomito può indicare anche un problema sistemico, come il cancro, l’insufficienza renale, il diabete ed altre malattie infettive.

Qualche rimedio per i disturbi digestivi

CANE

Problemi di stomaco, stipsi e diarrea si sa, sono i primi sintomi che indicano uno stato di salute precario negli animali, così come nell’uomo, e una probabile dieta non equilibrata. Dopo aver preparato loro una camomilla lenitiva e aver controllato se entro le ventiquattro ore si notano o meno dei miglioramenti, si può decidere di rivolgersi ad uno specialista, valutando di volta in volta la serietà del caso ma non sottovalutandolo mai. Nella stragrande maggioranza delle situazioni, comunque, non si tratta di nulla di grave e magari basta soltanto modificare le abitudini in tema di cibo del pet e tutto si risolverà in breve tempo. Questo anche per quanto riguarda le flatulenze eventuali. In tal senso, bisogna ricordare che i cibi che notoriamente causano gonfiori sono i cavoli, i broccoli e le brassicacee in generale, così come il latte ed i legumi.

Un detergente oculare per le abrasioni cornee

gatto

Cani e gatti, durante il gioco, mentre litigano o in qualunque altra attività quotidiana, possono farsi male anche agli occhi, provocandosi delle abrasioni o dei tagli. Se questi sono molto piccoli, allora non c’è alcun problema e, come capita anche agli umani, basterà disinfettare l’area interessata in casa e tutto si risolverà al più presto. Al contrario, se la ferita è profonda e inizia a sanguinare, sarà necessario l’intervento del veterinario che applicherà dei punti di sutura. In certi casi, gli amici a quattro zampe, presentano un problema di tale tipo alla cornea e, un padrone attento, noterà subito che qualcosa non va, a causa degli occhi socchiusi, lacrimosi e spesso gonfi. E’ importante portarlo dal medico, anche se sanguina e se non sta meglio dopo un giorno.

Erbe antigas per gli animali

cani

Non è raro che un amico a quattro zampe soffra di problemi digestivi, legati ad esempio ai disturbi di stomaco, alla flatulenza, alla diarrea o alla stipsi e, come sempre, quando ci si trova di fronte a tali disagi, probabilmente la causa va ricercata innanzitutto in una dieta poco equilibrata. Peggio ancora, ovviamente, se il cane o il gatto, mangiano cibo avariato o prodotti non commestibili, possibilmente non visti dal padrone. Se sospettate che il vostro pet abbia ingerito delle sostanze velenose, è indispensabile consultare immediatamente un veterinario, soprattutto se i sintomi peggiorano o non si vedono dei miglioramenti per più di 24 ore. Per alleviare il malessere, intanto, può essere di grande sollievo una camomilla lenitiva o preparare delle erbe antigas.

Rimedi antipulci preparati in casa

dogs

Quegli insetti minuscoli di colore marrone scuro che si trovano spesso sul pelo di un amico a quattro zampe, sono veramente pericolosi e fastidiosi e, ovviamente, è compito di un bravo padrone, assicurarsi che il propria animale resti immune dalla presenza di tali parassiti, in grado di portare persino gravi malattie come il morbo di Lyme. Nei cani, solitamente, si stabiliscono soprattutto su collo, schiena e addome, mentre nei gatti le zone da tenere sotto controllo sono le orecchie, la groppa, il collo e la coda, anche se questi ultimi pulendosi da soli sono in grado, a volte, di evitare il loro diffondersi. Per scongiurarne la presenza, in casa è possibile preparare una polvere naturale ed uno spray antipulci.

Combattere le zanzare con i pipistrelli

pipistrello

Le zanzare non sono gradite a nessuno: il rumore, l’insistenza e, soprattutto, i fastidiosi morsi, rendono questo insetto forse il peggiore di tutti; inoltre molte persone soffrono di allergie legate alla puntura e, in rari casi, possono trasmettere delle malattie come la malaria, anche piuttosto complesse da debellare. In questi anni, milioni di rimedi fai da te o soluzioni chimiche sono state provate ma, alla fine, loro non accennano a diminuire e, non appena arriva la bella stagione, ecco che si riprensentano come se nulla fosse. Adesso, settimana dopo settimana, si sta facendo strada una soluzione, relativamente nuova, che sta facendo letteralmente impazzire le vendite soprattutto on line. Il rimedio si chiama bat-box ed è costituito da una casetta di legno, destinata ad ospitare i pipistrelli. Si perchè alla fine sembra che proprio la natura venga incontro agli uomini e solo loro sembrano riuscire a nutrirsi di una quantità di zanzare degna di nota.

L’obesità nei gatti, cause e rimedi

obesità gatti
L’obesità nei gatti ha numerose cause e altrettante conseguenze. Il primo tra i fattori che causano l’aumento eccessivo di peso nei nostri amici a quattro zampe è ovviamente l’alimentazione scorretta.
Molti degli alimenti, soprattutto quelli scadenti dei supermercati, dei quali ci attrae solo il prezzo, sono troppo lontani dalla loro dieta naturale ed ideale. E’ stato ampiamente dimostrato da numerosi studi ed innumerevoli ricerche che questa di per sé è una delle principali cause del problema crescente dell’obesità nei gatti.

Inoltre, l’abitudine sempre più diffusa a tenere i gatti in casa per garantirne la sicurezza ha portato alla conseguente diminuzione dell’attività fisica. Se accompagnata da un’alimentazione eccessiva o da una dieta ricca di carboidrati, la sedentarietà può dare luogo ad un progressivo e pericoloso aumento di peso e condurre il nostro gatto verso l’obesità.