L’obesità nei gatti, cause e rimedi

di Paola P. 4

obesità gatti
L’obesità nei gatti ha numerose cause e altrettante conseguenze. Il primo tra i fattori che causano l’aumento eccessivo di peso nei nostri amici a quattro zampe è ovviamente l’alimentazione scorretta.
Molti degli alimenti, soprattutto quelli scadenti dei supermercati, dei quali ci attrae solo il prezzo, sono troppo lontani dalla loro dieta naturale ed ideale. E’ stato ampiamente dimostrato da numerosi studi ed innumerevoli ricerche che questa di per sé è una delle principali cause del problema crescente dell’obesità nei gatti.

Inoltre, l’abitudine sempre più diffusa a tenere i gatti in casa per garantirne la sicurezza ha portato alla conseguente diminuzione dell’attività fisica. Se accompagnata da un’alimentazione eccessiva o da una dieta ricca di carboidrati, la sedentarietà può dare luogo ad un progressivo e pericoloso aumento di peso e condurre il nostro gatto verso l’obesità.

L’obesità può essere un fattore importante in molte malattie e disturbi del gatto, alcune delle quali possono essere fatali. Il diabete, la lipidosi epatica (malattia del fegato), l’artrite, problemi respiratori, e un aumento del rischio quando si utilizza l’anestesia sono tutte legate all’obesità nei gatti. È meglio dunque far fronte a eventuali problemi di peso prima che questi potenziali effetti abbiano la possibilità di presentarsi.

dieta gattoConsultate il vostro veterinario di fiducia prima di sottoporre il gatto a qualsiasi dieta, soprattutto se è molto in sovrappeso. Si deve essere pronti ad apportare alcune drastiche modifiche sia allo stile di vita che alla dieta del gatto. Sarà solo il veterinario a determinare se il vostro gatto è in sovrappeso, non provateci da soli, perchè alcuni gatti sono più massicci di costituzione e la stazza non incide in alcun modo sulla salute, sarebbe dunque inutile per non dire controproducente diminuirgli la razione di cibo. La sottonutrizione può infatti provocare l’insorgenza di malattie.
La dieta da seguire, il graduale cambiamento di alimentazione, e gli obiettivi e i tempi in cui raggiungerli, nonchè eventuali attività fisiche da svolgere, sono da concordare esclusivamente affidandovi alla competenza del veterinario, senza pericole diete fai-da-te.

Commenta!

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>