Cosa fare se il gatto non mangia più?

di cinzia iannaccio 6

gatto inappetenteCosa fare il gatto non vuole più mangiare? Se all’improvviso diventa inappetente? Di sicuro qualcosa lo sta turbando e bisogna individuare la causa di questa condizione onde evitare che la situazione peggiori e metta a repentaglio la salute del micio. Troppo spesso infatti parliamo di quanto sia importante tenere sotto controllo il peso degli animali domestici, onde evitare l’obesità, ma dimentichiamo a volte che un’eccessiva magrezza, un calo ponderale rapido ed ingiustificato, può essere altrettanto pericoloso, soprattutto per i mici.

I rischi per la salute del gatto se non mangia

Fisiologicamente, in tutti gli animali ed umani, quando si mangia poco o per nulla, l’organismo, per trovare le energie necessarie alla sua attività, va ad intaccare le riserve di grasso che comunemente, per essere assimilato e bruciato, viene elaborato dal fegato con l’apporto di proteine (vedi dieta dimagrante proteica ad esempio). Nel gatto in particolare, se non mangia, e dunque non ha l’adeguato apporto proteico, il fegato tenderà a riempirsi rapidamente di grassi e a condurre l’animale verso una condizione nota come lipidosi epatica che a sua volta può condurre ad insufficienza epatica.

Le cause per cui un gatto smette di mangiare

Per questo motivo è fondamentale portare il gatto dal veterinario per capire quale patologia colpisce il micio e non lo fa mangiare: trovata la causa sarà possibile attivare una terapia. Tra le motivazioni ricorrenti troviamo malattie più o meno gravi: infezioni comuni, insufficienza renale, tumore ed altri disturbi a livello gastrico ed intestinale, pancreatite; anche una vaccinazione recente può aver provocato inappetenza nel gatto quale effetto collaterale, ed è comunque una condizione lieve e passeggera, che non necessita di trattamenti specifici, oltre qualche coccola in più. Di particolare rilievo però anche la condizione psicologica: i gatti sono animali abitudinari ed un qualunque novità può influenzare negativamente il loro umore ed appetito.

Pensiamo al cambiamento di casa (magari anche solo per le vacanze), all’arrivo di un bambino in famiglia o anche di un altro micio o animale domestico, oppure ad un cambiamento di orario del vostro lavoro che modifica il rientro in casa. Anche un nuovo menù per il felino può non essere gradito e quindi portarlo a non mangiare. Una volta individuato con il veterinario il motivo dell’inappetenza, nella maggior parte dei casi sarà possibile trovare una soluzione.

Foto: Thinkstock

 

 

Commenta!

Commenti (6)

  1. il mio gatto maschio di quasi due anni dopo essere stato in giro per due giorni, da quando è tornato vomita una volta al giorno bile e foglie di erba gatto e inoltre non mangia quasi niente.. un mese fa aveva i vermi ma gli ho dato l’aglio.. ha funzionato! come posso aiutarlo con cose naturali a sgonfiarsi e ritornare a mangiare? prima di portarlo dal veterinario?

    1. Da quanti giorni? Ti consiglio di portarlo subito dal veterinario e poi eventualmente concordare con lui il da farsi.

  2. La mia gatta di quasi 3 anni non mangia da tre giorni xke abbiamo un bebe’!!per paura ke potesse graffiare mia figlia ho portato la gattina da mia suocera e stava bene,ora ke e’tornata a casa sua non mangia,ha paura della bambina ma con noi e’molto affettuosa e vuole tante coccole. Cosa devo fare??

  3. Ho un gattino di due mesi preso al gattile. Fino a due giorni fa era tutto tranquillo, il gatto mangiava, beveva ed era attivo. Da ieri ha smesso di mangiare e di bere, ha dormito tutto il giorno. Oggi ha vomitato quattro volte (il vomito è di colore giallino e schiumoso), non mangia ancora e anche se provo a farlo giocare non reagisce. Domattina viene il veterinario, nel frattempo posso fare qualcosa?

  4. Buonasera, ho un gattino di sei mesi che fino ad un mese e mezzo fs giocava e mangiava regolare, ora mangia poco, non gli piace nulla, dormebtutto il giorno e gioca pochissimo …che potrebbe essere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>