Quando Fido diventa vegetariano

di Francesca Spanò Commenta

La frutta e la verdura sono indispensabili per la salute di Fido, ma mai affidarsi ad una dieta fai da te. Come avviene per le persone, pure per gli amici a quattro zampe, infatti, è necessaria una alimentazione equilibrata, magari valutata insieme ad un buon veterinario. E’ altrettanto certo che i chili di troppo non fanno bene neppure agli animali, ma per rimettere in forma un cane o un gatto non si può optare per un menù vegetariano scritto dal padrone stesso. Il divieto è tassativo soprattutto per il micio, in quanto ha bisogno della carne e di una importante sostanza che contiene: la taurina. Si tratta di un aminoacido che non riesce a produrre da solo.

Per evitare pericolose carenze nutrizionali, quindi, bisogna rivolgersi ad un esperto, pure nel caso del cane notoriamente più resistente a livello alimentare. A differenza di quanto si pensi, è un animale onnivoro in quanto mangia sia la carne che altri cibi, come le verdure. Se consuma troppe proteine, quindi, aumentano troppo i livelli di purine, sostanze scarto che si accumulano negli organi e affaticano soprattutto i reni. Se il cucciolo è in buona salute, comunque, si può ridurre al minimo il consumo di carne, tenendo conto che per ogni chilogrammo di peso ne sono sufficienti soltanto 25 grammi al giorno. Agli adulti, invece, ne bastano 12 grammi, ancora meno se anziani o sterilizzati.

E’ importante, poi, aggiungere pure il riso integrale, ricco di vitamine e qualche gheriglio di noci per assicurare il giusto apporto di omega 3. In tal modo si tiene a bada il colesterolo nel sangue. Buona l’idea, poi, di provare con una o due uova alla settimana. Per l’apporto di calcio, mai dimenticare il formaggio, ottimo per le ossa e i muscoli. Meglio quasi sempre orientarsi su quelli freschi come ricotta, certosino, mozzarella o fiocchi di latte.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>