Le vaccinazioni del gatto: perché è importante farle

di Daniela 5

vaccinazioni del gatto

Quando si decide di accogliere un gatto nella propria vita, dobbiamo tener conto che dovremo occuparci non solo dei suoi bisogni primari, come il cibo e l’acqua, ma anche, e soprattutto, della sua salute, e in questo senso, le vaccinazioni sono lo strumento ideale: non solo contribuiscono a proteggere il micio dalle malattie, ma aiuta a prevenire anche l’insorgenza di problemi futuri.

Come negli uomini, le vaccinazioni proteggono il gatto dalle malattie infettive perché stimolano il sistema immunitario a produrre gli anticorpi; è importante sapere che le vaccinazioni si devono fare anche ai gatti che vivono in casa, anzi, è particolarmente importante, perché il sistema immunitario dell’animale non è particolarmente sviluppato, e può contrarre malattie da oggetti provenienti dall’esterno.

I vaccini che deve effettuare il gatto sono decisi dal veterinario, che istituirà un preciso calendario da rispettare, e alle vaccinazioni vere e proprie seguiranno i richiami, proprio come per i bambini. Oltre ai vaccini obbligatori, il veterinario potrà decidere di farne alcuni particolari dopo aver verificato lo stato di salute dell’animale; è importante che il medico visiti il gatto prima di ogni iniezione, in quanto, se l’animale non è in piena salute, il vaccino non sarà efficace.

Le vaccinazioni obbligatorie per i gatti sono quattro: quello contro la Panleucopenia Felina, quello contro la Calicivirosi, la Rinotracheite e quello contro la Leucemia Felina; la vaccinazione contro la rabbia non è più obbligatoria, ma verrà richiesta nel caso in cui il gatto dovrà essere portato all’estero.

L’età giusta per iniziare a vaccinare il gatto è intorno all’ottava settimana di vita; farlo prima è inutile perché i cuccioli appena nati o di poche settimane sono protetti dagli anticorpi ricevuti dalla mamma durante il periodo dell’allattamento. Se non si conosce l’età precisa del micio, la data della prima vaccinazione decisa scelta dal veterinario che, con una visita, stabilirà l’età del gatto e il suo stato di salute generale.

Commenta!

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>