Quando introdurre un nuovo cane?

Quando si hanno due cani ed uno muore, quanto tempo occorre aspettare prima di trovare un nuovo amico a quattrozampe? Il dolore non è solo nostro, ma anche del pet che gli è sopravvissuto. Fortunatamente per loro, l’istinto che li contraddistingue li porta ad andare avanti più facilmente. Il compito che abbiamo in questi casi è cercare di mantenere i ritmi precedenti, per il cibo, la passeggiata, il gioco o le altre attività: ciò può favorire la transizione. Talvolta non è facile però, perché manca un compagno di giochi. Come regolarsi? E’ utile adottare un nuovo cane? O questi potrebbe non essere accettato?

Foto credit Thinkstock

Come aiutare un cane in lutto

Anche i cani possono avere la necessità di elaborare il lutto per la perdita di un compagno di vita a quattrozampe. Cosa fare per aiutarli? Quando in famiglia c’è più di un pet ed uno è seriamente malato, occorre trovarsi pronti a supportare quello che sopravvive. In primis può essere utile al cane sano essere presente durante l’eventuale eutanasia o almeno subito dopo la morte dell’amico, stare vicino al suo corpo esanime. E’ straziante, qualcuno può considerarlo macabro, altri una sofferenza in più, ma secondo gli esperti veterinari comportamentalisti, questo può aiutare il cane a capire che il suo amico non c’è più, che non giocherà più con lui.

come aiutare un cane in lutto

Come aiutare il gatto in caso di perdita di un compagno

La perdita di un gatto o un cane per un essere umano può essere straziante, ma altrettanto può dirsi per gli animali che non possono neppure comunicare con le parole il loro dolore. I gatti, come pure i cani ed altri pets dimostrano comunque la loro sofferenza spesso, cambiando comportamento. Come aiutare il proprio gatto in tali casi?

Come aiutare il gatto alla perdita di un compagno

Come preparare il cane alla morte del compagno animale?

Come preparare il cane alla morte del suo compagno a quattrozampe? E’ una domanda che può facilmente nascere nella mente e nel cuore di chi ha più di un cane ed uno si ammala. Spesso questi pets sono cresciuti insieme, giocano, mangiano allo stesso orario vicini, fanno anche le passeggiate ed i bisognini insieme e dunque è facile immaginare il senso di abbandono e la solitudine che il sopravvissuto potrebbe provare, senza contare i cambi gerarchici del gruppo e la sofferenza del resto della famiglia alla perdita del caro quattrozampe.

Come preparare il cane alla morte del compagno animale

Pet therapy ai funerali grazie al cane Lulù

Un cane che aiuta gli anziani ed i più piccoli a superare il trauma della morte e consola durante i funerali? Esiste e si chiama Lulù. E’ una dolcissima cagnolina di razza goldendoodle, che è stata addestrata proprio per offrire conforto e aiuto nei momenti difficili delle persone, quando si trovano a dover affrontare una tragedia come la morte.

Pet therapy

Cane dimenticato per mesi in giardino diventa obeso

Come si possa rovesciare la sorte, se potesse parlare lo racconterebbe per esperienza diretta Ricky Bobby, un australian cattle dog di 13 anni. Fino a poco tempo fa era un cane felice e amato. Dopo la morte del suo proprietario, tutto è cambiato. E’ stato ‘dimenticato’ per mesi e mesi nel giardino della casa dove aveva sempre abitato con il suo umano. Però stranamente la scena che si è presentata agli occhi dei suoi salvatori, i volontari del Marley’s Mutts, un rifugio di Tehachapi in California, è stata quella non di un cane scarno e ossuto bensì obeso….

 

cane in giardino

 

 

Leonessa marina, lo strazio di una madre (VIDEO)

Vi proponiamo un video di fortissimo impatto emotivo che però non ha nulla di divertente; al contrario è altamente drammatico: lo strazio di una mamma, una leonessa marina, su una spiaggia della California in località La Jolla, che non riesce a staccarsi dal corpo morto del suo piccolo e piange, urla, si dispera. Ha perso il figlio a causa nostra: lo stress per la presenza di turisti sulla spiaggia le ha provocato un aborto spontaneo.  Il video che ha fatto il giro del mondo tocca le corde più sensibili degli utenti Web.

 

 

Bride, il cane che sa consolare chi ha avuto un lutto

Si chiama Bride, che significa sposa e in effetti questa cagnolina meticcia di 7 anni è davvero congiunta alla compassione e all’empatia per il prossimo, sente il dolore umano e sa consolare una famiglia in lutto. L’ha scoperto il suo proprietario, Gijo Enomoto, un monaco che vive nell’antico tempio di Chodenji, a Matsusaka, Prefettura di Mie, in Giappone. Non appena le dice ‘Bride preghiamo’,  la cagnolina si alza sulle zampe posteriori e mette quelle anteriori come se stesse pregando. E riesce ad alleviare un po’ il dolore di chi ha perso un proprio caro ed è nel tempio per una cerimonia funebre.

 

cane shitzu

Perdita dell’animale amato, come affrontare il lutto

Un vuoto difficilmente colmabile; un dolore che non si riesce ad esternare perché spesso incontra resistenze a livello sociale e viene negato o minimizzato. Superare il lutto per la perdita del proprio animale domestico, richiede invece la possibilità di poter celebrare riti quali funerale e sepoltura, poter raccontare la propria esperienza. Elisa Silvia Colombo, psicologa, che dà sostegno presso il primo cimitero per animali di Milano, il Fido custode, spiega quali siano i processi necessari per affrontare la morte dell’animale amato.

 

Cimitero animali di Milano

Pirata, il cane fedele che non vuole abbandonare l’ospedale (VIDEO)

Un cane si aggira per i corridoi di un ospedale in cerca del suo amato proprietario. Da tre mesi è questa la scena straziante sotto gli occhi di medici, personale, pazienti e visitatori del nosocomio San Antonio de Padua a Rio Cuarto, in Argentina. Eccezionalmente, questo cane aveva accompagnato il suo familiare umano che doveva sottoporsi a un’operazione chirurgica, purtroppo non andata bene. L’uomo è morto. Da quel giorno il cane non ha mai abbandonato la struttura, in particolare sosta in prossimità della stanza 404 dove era ricoverato il proprietario: lo attende ancora mosso da fedeltà totale, amore incondizionato ed eterno.

 

Cane in ospedale

10 foto di cani amati fatte dal primo all’ultimo istante insieme

Amati cani. Cani amatissimi da cui interiormente non ci si separa mai. L’intento di questo post è uno e uno solo: condividere l’emozione più estrema, quella dell’addio! Utenti del web hanno voluto pubblicare la prima e l’ultima foto fatta al loro cane che se ne è andato da pochissimo, per salutarlo degnamente e manifestare la gratitudine per l’amore incondizionato avuto.

10 foto prima e dopo cani amati

Un amico a quattro zampe che vive un lutto

Per una perdita, il dolore lancinante non colpisce soltanto l’uomo, l’unica differenza, forse, è che quest’ultimo lo vive in modo più visibile agli occhi, mentre per un animale si tratta di un dispiacere intimo che manifesta con più silenzio, ma con lo stesso interesse. Il suo pianto è sicuramente diverso da quello degli esseri umani, ma è in grado di mostrare alcuni cambiamenti comportamentali, che un padrone nemmeno troppo attento, può notare con facilità.

Il tempo per adattarsi alla nuova condizione e al vuoto lasciato dall’amico a quattro zampe o dalla persona che non c’è più è variabile, ma intenso. E’ vero però che la maggior parte di essi, sono in grado di elaborare un lutto nell’arco di un periodo non troppo lungo, ma a volte è anche solo il cambio di residenza o la diminuzione del proprio ruolo di capobranco in famiglia o, addirittura, la possibilità che venga affidato a qualcun altro, a causare uno scompenso emotivo piuttosto forte.

I gatti e la perdita di un compagno di giochi

Quando un gatto muore, spesso i proprietari notano alcuni cambiamenti nell’altro gatto di casa. Il micio sta in disparte ed è letargico. Alcuni possono smettere di mangiare o diventare appiccicosi nei nostri confronti. Altri possono miagolare lamentandosi come se cercassero il loro compagno. Sulla base di questi segnali esteriori, sembra che i gatti soffrano quando un altro animale della famiglia muore.

Poiché i nostri animali domestici non parlano, non sappiamo però davvero cosa gli stia passando per la mente. Pertanto dobbiamo basare l’interpretazione del loro stato emotivo sul loro comportamento, su quello che fanno in certe situazioni e in determinate circostanze.

Quando una persona vive la perdita di una persona cara, comunica verbalmente il dolore. Molto spesso, però, a comunicarci la sua sofferenza è il comportamento più che la parola. La perdita di attenzione, l’apparire svogliati e disorientati, non mangiare e diventare disinteressati a ciò che accade intorno. Chi elabora un lutto piange, non dorme o dorme più del solito. Un animale in cui si verifica la perdita di un compagno può reagire in modo simile.

Una cane che rallegra una casa a lutto

Non è per niente raro che si decida di allevare in casa un cane che possa riempire il vuoto dato dalla morte di un altro simile o, addirittura dalla scomparsa di una persona. Quando questo accade e i padroni si aspettano che possa portare allegria e gioia fra pareti domestiche ormai spente, il pet può assorbire una serie di energie negative o emozioni dovute alla sofferenza per la recente perdita.In questo modo, se una persona tiene in braccio un amico a quattro zampe ma, nel frattempo, sta piangendo o si mostra particolarmente triste, il cucciolo riceve dei segnali tanto ambigui e non è impossibile che ne rimanga molto turbato.