Il gattino ha trovato la sua mamma umana

di cinzia iannaccio Commenta

“Una notte nel giugno 2000, mi è capitato di voltare la testa e di vederlo lì, questo piccolo gattino. Era malato, aveva un occhio appiccicoso, così ho raccolto quel chilo e mezzo di pelo, di circa 6 settimane di vita e l’ho portato in un pronto soccorso veterinario. Il veterinario mi ha colpita chiedendomi se pensavo di tenerlo. Ho detto che ci avrei pensato, ma sicuramente la mantenevo per il tempo di dargli le medicine. Ha! Abigail aveva altri piani ed aveva già deciso dove alloggiare.

Ha vinto facilmente sul resto della famiglia. Era così piccola (una femmina) e così carina! Anche il mio cane, Phineas si è subito innamorato, mentre Katina altro mio gatto non ha dimostrato il minimo di entusiasmo, ma alla fine l’ha accettata e gli si è avvicinata. E Abby, beh, lei ha cominciato a gironzolare come una piccola pallina e poi è venuta vicino a me. Alzando lo sguardo mi ha guardato e sono convinta che se avesse potuto parlare avrebbe detto: “Ora sei tu la mia mamma”. E lo sono diventata davvero. Oggi sono passati 17 anni da quel giorno in cui l’ho trovata. Lei è ancora forte, ha un sacco di avventure da vivere ed è il mio piccolo twerpy-twerp. Io dico sempre lei ha vinto la lotteria dei gatti il giorno l’ho trovata, ma so che mi ha colpito il jackpot.
Melissa
Somerset , NJ”.

 

 

 

 

Per The Animal rescue Site.com

Leggi qui, altre straordinarie Storie di gatti e Storie di cani

Commenta!

Offerte e promozioni pet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONTINUA A LEGGERE