Un gattino nero affamato da salvare

di cinzia iannaccio Commenta

“7 anni fa ero a casa di un’amica a fare la tinta ai capelli. Abbiamo deciso di sederci sulla sua veranda sul retro in attesa che “prendesse”. Ero avvolta in un mantello e con la tinta in testa quindi quando ho notato un piccolo gattino. Ho chiesto alla mia amica se fosse suo, ma mi ha risposto che un randagio del quartiere aveva da poco fatto una cucciolata nel bosco vicino alla sua casa. Ho cercato di approfondire l’argomento, ma lei ha insistito che trattandosi di gatti selvatici non potevano essere presi.

 

gatto nero perso bosco

Così, avvolta nel mio mantello ho scavalcato i vari cespugli e mi sono avvicinata a quel piccolo gattino nero. Sì è sciolto tra le mie braccia! Così l’ho portato vicino alla mia amica ed abbiamo comincito a dargli da mangiare carne e patate: era così affamato che ha mangiato tutto, anche le patate! Una volta che era tra le mie braccia, sapevo che non avrei mai potuto rilasciare quella creatura nel bosco, sola, magra e a morire di fame. L’ho portata dal veterinario, era senza chip, ma aveva tante pulci: ci sono voluti 2 trattamenti per toglierle. Un sacco di buon cibo e un letto caldo e ora 7 anni più tardi è il migliore gatto del mondo. Lei parla e fa le coccole ed è la cosa più bella che abbia mai trovato in giro,  il miglior colpo di fortuna che abbia mai avuto.
Kaytee
Aurora, IL”

 

 

 

 

Per The Animal rescue Site.com

Leggi qui, altre straordinarie Storie di gatti e Storie di cani

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>