La scelta dell’animale domestico, Round I

di Claudia 3

animaliSappiamo che molto spesso la richiesta di prendere un animale domestico parte dai bambini. Nell’80% dei casi i piccoli di casa chiedono un cagnolino, e non me ne vogliano male gli amanti degli altri animali, è anche la richiesta più logica e spontanea, visto che il cane è il compagno di giochi ideale per i bimbi e anche un amico che fa davvero sentire la sua presenza all’interno della famiglia. Concedetemelo, la mia cagnolina ha vissuto con me per 18 anni, e io ne avevo 8 quando l’abbiamo presa, e ha lasciato un vuoto davvero incolmabile…

Anche i gattini sono molto richiesti, più dalle bambine forse, ma è vero anche che a volte i bimbi si lasciano affascinare anche dagli animaletti più piccoli, come criceti o tartarughe, mentre invece noi adulti a volte subiamo il fascino di qualcosa di più elegante, come creare un bell’acquario tropicale o finalmente esplicitare la passione per i rettili, comprando un’iguana! Proviamo insieme, in modo molto semplice e alla portata di tutti, a valutare i pro e i contro che ci/vi porteranno a scegliere il nuovo membro della famiglia.

Il cane

I pro sono quelli a cui abbiamo già accennato, la sua presenza è spesso esplosiva, e anche se è timida , è sempre molto tenera e affettuosa. La capacità di legare con i bambini, l’utilità a volte, avere un cane da guardia se vivete in una villetta, magari un po’ isolata. Il cane poi è sempre una compagnia, può essere terapeutico anche senza essere addestrato per la pet teraphy, e la sua fedeltà e la gioia di condividere la vita con il padrone danno delle emozioni impareggiabili!

I contro riguardano i condizionamenti, un cane va portato a passeggio, e a seconda della razza e delle esigenze anche più di due-tre volte al giorno. Ci sono quei cani che hanno bisogno di lunghe passeggiate e corse, e quelli a cui basta il giro dell’isolato e non vedono l’ora di rientrare in casa. Spesso se sono i bambini a chiedere un cane poi non possono occuparsene davvero, portarli fuori, nutrirli, e se l’animale domestico diventa un impegno che i genitori non vorrebbero, meglio semplicememnte aspettare che i figli siano più grandi. La presenza di un cane condiziona anche le vacanze, se si ha una casa al mare o in montagna in realtà basta solo organizzarsi per gli spostamenti, ma se si ama viaggiare bisognerà trovare qualcuno che se occupi, a tempo pieno.

Le pensioni sono delle buone soluzioni (senza rompere le scatole a parenti e amici!), è vero che i cani soffrirrano la mancanza del padrone e non avranno l’umore al 100% , ma ho visto con i miei occhi pensioni dotate di tutti i confort, spazi enormi per ogni cane,  addestratori che hanno insegnato alla mia pigrissima cagnolina i percorsi dell’agility! E poi se il cane scodinzola, sta bene, quando torna non ha alcun problema potete fidarvi, molte strutture vogliono che i padroni portino il cane di persona per vedere dove lo lasciano, tutto sta nel fare il cuore duro e scoppiare in lacrime quando il cucciolo già non vi vede più!

Per quanto riguarda le spese il discorso in fondo è simile per tutti gli animali, sicuramente è dispendioso nutrirli, anche se ci può organizzare comprando magari prodotti all’ingrosso o in grandi quantità, ora esistono i supermercati anche per gli animali! In vecchiaia si potrebbero aggiungere le spese per le medicine, e poi i soliti controlli veterinari. I cani di razze particolari o delicate di sicuro vengono a costare un po’ di più come budget mensile, hanno bisogno di più attenzione riguardo al cibo e anche magari per la toeletta o per controlli dal veterinario.

Questo è davvero importante, non sottovalutate le spese, il tempo, la voglia, un cane va preso e poi trattato con l’amore, la cura e il rispetto che merita. Sarà un gioia e un impegno, un compagno e un guastafeste, un eterno bambino e un supporto concreto, sarà una parte importante della vostra giornata e vi accoglierà sempre scodinzolando, vi amerà e sarà fedele, per sempre.

Un cane è per la vita, nel senso che anche quando non ci sarà più vi rimarrà nel cuore e non sarà mai rimpiazzato magari dall’arrivo di un altro amico a quattro zampe, quello sarà un altro capitolo. Io vi consiglio di prendere un cucciolo, fatevi un giro nei canili però, mi raccomando!

[photo courtesy of iLoveOrli]

Commenta!

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>