Serpente come animale domestico: è una buona idea?

di Valentina Commenta

È una buona idea quella di scegliere d’avere un serpente come animale domestico?  Quel che è certo è che nel caso si optasse per un simile rettile, è bene mettere da parte qualsiasi sogno di un vero e proprio legame padrone-animale. Non si tratta di un cane o di un gatto e la differenza è palpabile da diversi punti di vista.

serpente animale domestico

Conoscere bene i serpenti per accudirli

Quando l’idea di possedere un serpente come animale domestico inizia a balenare in testa bisogna subito comprendere se si hanno mezzi e tempi per prendersi cura di un esemplare del genere: si tratta di un animale esotico e quindi con esigenze veterinarie particolari,  che non può essere lasciato a se stesso e che ha bisogno d’importanti cure. E che soprattutto non può essere considerato al pari dei mammiferi e dei roditori che adottiamo o compriamo.

Mentre un cane o un gatto, un coniglio o un criceto se si avvicinano e si accoccolano a noi lo fanno per cercare sicurezza e contatto fisico, un serpente tipo boa lo fa per prendere le misure per mangiare la sua preda: ecco quindi che prima di tutto, se si vuole comprare un serpente bisogna pensare bene alla tipologia e conoscere bene l’esemplare. Perché a meno di esserne studiosi e veri amanti portare un serpente nella propria casa non è una buona idea? Semplice: perché conosciamo molto poco di questi animali in ambito domestico.

Dieta e bisogni del serpente

serpente animale domestico

Quando si pensa di avere un serpente come animale domestico bisogna anche tenere da conto la necessità di prendersi cura nel migliore dei modi di questo esemplare.  Il problema non consta tanto nel fatto che non si affezionino o non esprimano sentimenti: ci si è mai soffermati a pensare alla loro dieta? La loro alimentazione è basata esclusivamente sul consumo di topi e altri piccoli vertebrati.  Questo significa che come padrone di un serpente in rettilario vi è bisogno di essere in grado di reperire tali alimenti vivi su base giornaliera:  è possibile?

E soprattutto: anche se si è parlato del fatto che possa essere problematico un serpente dalle grandi dimensioni, anche uno di misure meno importanti rappresenta un impegno di molto conto. Ecco quindi che se la scelta di avere un rettile di questo tipo in casa dipende da una semplice domanda: siamo in grado di provvedere a ogni suo bisogno? Ne sappiamo abbastanza da poterlo gestire al meglio e abbiamo la possibilità di affidarci a un veterinario esperto? Solo in questo caso potrebbe essere qualcosa da prendere in considerazione.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>