Serpente del grano libero in città. Abbandonato?

di cinzia iannaccio Commenta

serpente del granoUn serpente del grano in città! Non è una bella esperienza trovarsi di fronte un serpente di medie dimensioni, neppure per chi è avvezzo a camminare nelle campagne, figuriamoci in una cittadina e soprattutto se il rettile che ci si trova davanti ha una livrea dai colori accesi, tendenti al rosso e non avete mai visto prima esemplare simile! E’ accaduto a Rieti (Lazio), nel quartiere di Villa Reatina, dove prontamente è stato contattato il numero verde per le emergenze ambientali del Corpo Forestale di Stato, il 1515.

Dopo un primo sopralluogo, è stato chiesto del personale specializzato del “C.I.T.E.S” che come sappiamo si occupa specificatamente di detenzione e commercio di animali esotici e/o protetti. Gli esperti hanno subito identificato il serpente dalla rossa livrea come un “Elaphe guttata”, un colubride noto con il nome di “serpente del grano”, assolutamente non pericoloso per l’uomo e dai colori particolari, a tal punto da essere uno dei serpenti preferiti dagli appassionati, da allevare in cattività. Ha anche dei costi contenuti ed una buona adattabilità in teca. Ma allora cosa ci faceva in giro per il quartiere reatino?

Le ipotesi sono due e nessuna ci piace: o è involontariamente fuggito, perché lasciato incustodito e non adeguatamente protetto, o peggio è stato abbandonato. Del resto non è facile in prossimità delle vacanze trovare chi si prenda cura di un serpente, basti solo pensare al cibo! Anche se non è un serpente velenoso o comunque aggressivo, non dimentichiamo che libero è in pericolo e che comunque puà spaventare chi lo incrocia, a rischio di un infarto. Ora il colubride in questione è stato accompagnato nel rettilario del Comune di Roma, dove qualcuno si prenderà cura di lui. I serpenti come animali domestici non sono infrequenti nel nostro Paese, ma con loro, come con i gatti, i cani, i conigli o i pappagallini occorre dimostrare grande affetto e devozione, bisogna prendersi sempre cura dei propri animali. Non dimenticatelo ora che state per partire per le vacanze e soprattutto se state valutando l’ipotesi di acquistare un rettile.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Offerte e promozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>