Alimentazione del serpente Lampropertis triangulum (falso corallo)

di cinzia iannaccio 1

alimentazione serpente falso corallo lampropeltisAllevare un serpente è sinonimo di grande passione e curiosità per la specie, ma nonostante questo in molti sono frenati dall’alimentazione che bisogna fornire a questi affascinanti rettili. Sono carnivori e preferiscono prede piuttosto “particolari” come locuste, topolini, o ramarri, morti …. ma anche vivi, senza escludere il fatto che una volta cresciuti, alcuni esemplari necessitano di un’alimentazione molto abbondante: più aumentano le dimensioni del serpente e maggiori devono essere le misure del pasto, e si può arrivare anche a conigli, ecc.

E’ vero che in natura questi animali sono prede fisiologiche, ma in cattività è l’essere umano a dover nutrire i serpenti e la questione di impatto emotivo / etico non è facile da superare: da considerare a priori, prima dell’acquisto di un serpente come animale domestico, come pure anche l’aspetto economico al riguardo. Ma l’innocuo e non troppo abbondante serpente Lampropeltis, meglio noto come falso corallo o milk snake, serpente del latte, molto frequente in cattività, cosa mangia? In natura questi rettili si nutrono principalmente di altri serpenti. Per tale motivo è meglio ospitare un solo Lampropeltis per terrario!

In generale, se la preda è piccola, come nel caso di topolini, può essere somministrata viva, altrimenti, è necessario stordirle o ucciderle prima. In commercio esiste la possibilità anche di acquistare prede surgelate, che forse è l’opzione migliore. Sono preferibili roditori allevati in modo equilibrato. Ad un Lampropeltis giovane bastano un paio di topolini neonati a settimana, che diventano topi di dimensioni maggiori quando il serpente diventa adulto. Una regola di base circa le misure del cibo da fornire ai serpenti in questione è che la preda deve essere grande almeno come la parte più larga del rettile, ma mai più di una volta e mezza. Inizialmente ci si può trovare di fronte ad un rifiuto di cibo se la preda è morta. Ma questo non deve preoccupare perché tenderanno ad abituarsi con discreta facilità.

Anche i serpenti in cattività sono soggetti al sovrappeso e questo non fa bene alla loro salute. Quindi non bisogna esagerare con il cibo e non vanno somministrate prede troppo grasse. Infine: ricordate la vasca d’acqua necessaria nel suo terrario? Serve a vari scopi, uno di questi è che il bagno stimola l’apparato digerente e favorisce quindi la digestione.

Foto: Thinkstock

Fonte: Amb. Veterinario Avanzi Mori

 

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>