Vacanze 2011 e animali: otto milioni porteranno Fido

di Francesca Spanò Commenta

Sono sempre più vicine le ferie per gran parte degli italiani e, dalle previsioni, sembra che almeno otto milioni di essi non si sposteranno senza il proprio pet. Sembra insomma che, anno dopo anno, l’amore per gli animali e anche le leggi per la verità, abbiano avuto la meglio, ma non si può negare che, purtroppo, continuano ad accadere fatti spiacevoli legati all’abbandono. Del resto le famiglie del Belpaese dimostrano di non riuscire a vivere senza un amico a quattro zampe fra le pareti domestiche, ma d’estate insorgono grossi problemi di organizzazione e piuttosto che lasciarli ad amici e parenti, o spendere soldi nelle pensioni adatte meglio portarli con sè.

Almeno 120.000 proprietari si trovano a Milano e buona parte di essi non vuole affidare Fido ad un dog-sitter.Tuttavia, non appena deciso dove andare, non si può dimenticare della difficoltà di gestirlo in un ambiente del tutto nuovo, dove non ritroverà le proprie abitudini e gli odori e potrà sentirsi scombussolato almeno per i primi giorni. Questo può creare tensione nel padrone che, a sua volta, la trasmette alla bestiola.

Ad aiutare cane e padrone, arriva però un corso di buona educazione per cani in viaggio, il “Pro Plan Dog Training” per tradurre meglio i bisogni di entrambi dentro e fuori casa, per instaurare un rapporto sereno ed equilibrato sempre. Fino al 12 giugno l’appuntamento in questo senso sarà a Milano,  con il patrocinio del Comune, gli istruttori della Scuola di Formazione Cinofila Il Biancospino e i medici veterinari-nutrizionisti di Purina.Si parlerà dell’educazione di base del cane e dei comandi principali.Domenica 12 sarà anche possibile effettuare il test di Controllo dell’Affidabilità e dell’Equilibrio Psichico (C.A.E), organizzato dal Gruppo Cinofilo Milanese. Saranno organizzate dieci prove differenti per controllare la capacità del proprio cane nell’affrontare e gestire stimoli esterni con il supporto del proprietario.Sarà facile così comprendere cosa eventualmente correggere per dargli ancora più equilibrio.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>