Cane con scatti di rabbia distruttiva, che fare? Risponde il veterinario

Richiesta di consulto veterinario su cane con scatti di rabbia distruttiva
Cagnolina, 8 anni da 2 mesi.. È molto agitata, e quando dorme ha periodi di forte tremore, persino i denti sbattono, dove ha sempre dormito ora distrugge tutto.. Mangia sempre.. Dorme poco.. E si lamenta. . Sembra pazza.. Cosa può avere secondo voi? Grazie per la disponibilità.

Cane con scatti di rabbia distruttiva

Il mio gatto vuole sempre uscire, che fare?

Richiesta di consulto veterinario su gatto che vuole sempre uscire, che fare?
Salve, ho un gatto castrato di un anno e mezzo, fin da piccolino (lo abbiamo preso da una famiglia che vive in campagna) ha mostrato una tendenza molto forte a voler uscire di casa. Purtroppo per la sua sicurezza non posso farlo uscire libero, abito di fronte ad una statale e avrebbe vita breve. Abbiamo provato a portarlo fuori a guinzaglio, da piccolino si riusciva meglio ora che è grande però se si spaventa diventa pericoloso e ho notato che è più lo stress che gli procura che i benefici. La soluzione che abbiamo trovato è quella di lasciarlo in cortile con il guinzaglio e una corda da 10 mt. dobbiamo sovente controllarlo perchè capita che si arrotola e si aggancia a qualcosa ma sembra stare tranquillo anche se personalmente mi fa tenerezza. il problema sta che non sempre posso farlo uscire ho perchè non sono a casa o perchè fuori fa brutto o per altre motivazioni, lui quando è in casa se non è nelle sue ore di riposino vuole uscire, miagola forte con versi profondi corre da una finestra all’altra e ci chiede proprio di farlo uscire. Abbiamo anche provato ad utilizzare Feliway Classic per 3 mesi ma non ho notato miglioramenti significativi. Consigli? in allegato immagine gatto da piccolo grazie.

Il mio gatto vuole sempre uscire, che fare

Gatto con dipendenza da un peluche, il veterinario risponde

Richiesta di consulto veterinario su Gatto con dipendenza da un peluche, il veterinario risponde
Gentilissimi, Siamo una famiglia composta da madre, padre, 2 ragazze di 13 e 15 anni e una gatta, Minù, di 6 anni. Minù è con noi da quando aveva 1 mese: da subito ha dormito con noi, o nel lettone o nei lettini delle allora bambine, mostrando un’affezione particolare ad un volpino di peluche che, già da piccolissima, trascinava in giro per casa tenendolo con la bocca, come fanno le mamme gatte con i loro piccoli. Nei suoi primi 10 mesi di vita non è mai uscita di casa perché abitavamo al primo piano di un condominio. Ci siamo poi spostati in una casa in mezzo al verde e lei, senza nessun problema, si è abituata molto velocemente al nuovo contesto, cimentandosi con cose che non aveva mai fatto come la caccia, l’arrampicarsi sugli alberi, fare buche etc. In tutto questo cambiamento non ha mai perso di vista il suo volpino con il quale ha mantenuto un legame speciale : appena noi ci allontaniamo (o lei, non vedendoci, crede ci siamo allontanati, ma siamo ancora nei paraggi) lei comincia a piangere in modo disperato e porta giù dalla camera (dove dorme) il suo volpino che posiziona sul divano accanto a sé. In estate, quando le finestre sono aperte, lo porta fuori, gli fa fare il giro di tutta la casa e lo porta davanti all’ingresso. Con gli altri animali (ma anche con le persone che non siamo noi) è molto diffidente, soffia ai gatti vicini e non si lascia avvicinare. Con noi è molto affettuosa, ci aspetta al box auto e ci riconosce da lontano, dorme sempre nei nostri letti e vuole partecipare alle nostre attività, anche se, senza un motivo, può cominciare a mordere e graffiare (cosa che viene accolta da noi come una specie di gioco e che non abbiamo mai limitato più di tanto). In ogni caso, quando rientriamo in casa, la troviamo accanto al suo volpino e anche i vicini ci dicono che, quando andiamo via, piange tanto. Ora io volevo chiedervi: è possibile che il volpino sia il suo oggetto transizionale, il sostituto simbolico della nostra temporanea perdita? E può essere collegato, il bisogno di questo, alla separazione prematura dalla sua mamma e dai suoi fratellini? Potrebbe questo stare ad esprimere il bisogno di avere in casa un altro gattino? Essendo lei poco (affatto) socievole, temiamo possa fargli del male o allontanarsi da noi per la gelosia. Lei è sterilizzata e non ha mai partorito, cosa che, ad oggi, ci crea dispiacere. Cosa ci consigliate? Grazie mille, un cordiale saluto a voi.

Gatto con dipendenza da un peluche, il veterinario risponde

Cane aggressivo con bambino, che fare?

Richiesta di consulto veterinario su cane aggressivo con bambino, che fare?
“Buongiorno, ho da quasi tre mesi un cane preso al canile. Un maschio che ha le sembianze di un pastore tedesco e colori del Malinois di circa 40 kg. Appena preso a inizio ottobre aveva un’età stimata di circa 10/11 mesi (non alzava ancora la zampa per urinare). Era docile con tutti, bambini compresi. Ho una figlia di 9 anni molto gentile e paziente con il cane, spesso le ho fatto dare il cibo e lui si è sempre comportato bene con lei, solo accenni di ringhio due o tre volte se si avvicinava alla ciotola mentre mangiava o quando aveva un osso in giardino, ma in genere non lo faceva. Lo abbiamo sempre sgridato immediatamente in quelle occasioni. Dopo un viaggio in auto di circa tre ore e mezza dove è stato bravissimo (conosceva bene l’auto e si era sempre trovato bene) ha improvvisamente ringhiato e abbaiato alla bambina dal bagagliaio…tre volte in poco tempo. Ha iniziato a mostrare segni di stress e agitazione peggiorati salendo su un traghetto (per andare in Sardegna). In cabina, legato ha nuovamente ringhiato e abbaiato alla bambina che lo accarezzava…mostrandole i denti. Sul traghetto Abbaiava a tutti, in particolar modo ai bambini. Sbarcati lo abbiamo tenuto lotano dalla bambina. Più tardi sembrava più rilassato e siamo andati in spiaggia a giocare, non aveva mai visto il mare e ha giocato e corso con me, mia moglie e anche con mia figlia. Arrivando altre persone gli ho messo il guinzaglio e dal nulla (ai miei occhi almeno) ha ringhiato ed è saltato verso mia figlia fino a toccarle il viso con il muso, ma senza morderla. Da quel momento non l’ho mai più lasciato senza guinzaglio e non gli ho più permesso di avvicinarsi a mia figlia. Nei sei giorni successivi pur non potendosi avvicinare le ha abbaiato in alcune occasioni tutti i giorni, spesso in auto (il cane nel bagagliaio, io sui sedili posteriori e mia figlia davanti, non la faccio più stare vicina a lui), una volta in casa o passeggiando (sempre al guinzaglio con mia figlia mai a sua portata). Sono molto spaventato anche perché non capisco cosa gli sia successo, mi sembra imprevedibile nel suo comportamento e ormai abbaia a chiunque, è arrivato a “pizzicare” (senza fare male per fortuna) una persona incrociata, sempre al guinzaglio. Non so cosa fare…e sto a malincuore pensando di riportarlo al canile per la sicurezza di mia figlia, anche se mai avrei pensato di poterlo fare… Grazie per l’attenzione, Cordiali Saluti.”

Cane aggressivo con bambino, che fare?

Di quanto spazio hanno bisogno in casa due gatti?

Richiesta di consulto veterinario su spazio in casa gatti
“Buongiorno. Ho una gatta di poco più di un anno che lascio sola in casa diverse ore al giorno per lavoro. Premetto che vivo in un appartamento di 53 m. La micia e’ molto vivace e mi sembra non ne soffra. Quando posso la porto fuori al guinzaglio. Avevo pensato di prendere un cucciolo maschio di gatto per farle compagnia e anche per me. La mia non è molto affettuosa. Ho paura però che lei non lo accetti e che non ci sia abbastanza spazio per entrambi . Cosa devo fare?”

Di quanto spazio hanno bisogno in casa due gatti?

Gatto che non ama stare in casa, che fare?

Richiesta di consulto veterinario su Gatto che non ama stare in casa
Buongiorno, scrivo perchè uno dei miei gatti di due anni sterilizzato che vive con i fratellini da sempre (un maschio e una femmina, tutti sterilizzati) da quando è arrivato il caldo non vuole più stare in casa. Una volta si è buttato da quasi due metri di altezza rompendo la zanzariera di una finestra. Quando lo riporto in casa controvoglia piange e cerca di distruggere porte, finestre, mobili, sembra un demonio finchè non gli apro. Sono spaventata perché nel quartiere vedono male i gatti e spesso fanno dispetti; inoltre ci sono moltissimi randagi con cui potrebbe azzuffarsi, ma non riesco a gestirlo. Il mio veterinario dice che i gatti sterilizzati sono tranquilli e non territoriali quindi gli sembra strano e che si calmerà. Secondo Lei potrebbe cambiare? Inoltre stiamo cercando di cambiare casa, potrebbe sopportare lo stress del trasloco? Possiamo fare qualcosa per tranquillizzarlo? I fratelli sono tranquillissimi, piangono un pò quando si annoiano ma con due coccole e un po di gioco tornano sereni, non hanno mai cercato di scappare anzi sono timorosi e cercano la tranquillità. Grazie dell’attenzione”.

 

Gatto che non ama stare in casa, che fare?

Adattamento gatto a nuova famiglia e casa

Richiesta di consulto veterinario su adattamento gatto a nuova  famiglia e casa
“Buonasera, ho dato in adozione da tre settimane una gatta di 10 mesi che ha vissuto sempre fuori. Adesso vive esclusivamente in casa, perchè non voglio che vada in strada a morire come è successo ai suoi fratelli. La gatta mangia, fa i bisogni nella lettiera, va in giro per casa la sera, perchè durante il giorno si nasconde. Chiaramente non si avvicina agli adottanti, se li vede vicino si allontana e non si è mai fatta toccare. Quando viveva all’aperto era timorosa anche di noi e più che annusare il mio dito non abbiamo ottenuto altro. Cosa bisogna fare per farla affezionare agli adottanti? Grazie, attendo la sua risposta.”

Comportamento aggressivo gatto, che fare?

Richiesta di consulto veterinario su comportamento aggressivo del gatto
“Salve, ho una gatta di circa due anni. Da circa un anno ha cominciato ad avere degli attacchi di aggressività contro me, mia madre che abita con me e altri ospiti che vengono occasionalmente a casa mia. Comincia a soffiare, si gonfia il pelo, miagola forte e se ci si avvicina troppo graffia e morde, una volta mi è pure saltata addosso graffiandomi. È una situazione molto pericolosa perché potrebbe anche ferire qualcuno. Questo succede quando sente un rumore strano: un urlo, qualcosa che cade a terra, quando entra gente che non sia mia madre o me (anche se mi è successo una volta solo aprendo la porta di casa tornata da scuola)… Quando accadono queste cose solitamente la chiudo in balcone in qualche modo, anche se a fatica perché ovviamente ho paura. Ho provato a chiedere a un veterinario che mi ha prescritto il diffusore per ambienti di feromoni Feliway e le pastiglie da mettere nel cibo Anxitane. Inizialmente questi attacchi si sono ridotti di numero, ma da qualche settimana si sono ripresentati più frequentemente. Ho paura che possa essere un problema anche il fatto che viva in un appartamento e che il gatto non esca mai di casa se non sul balcone. Ora mia madre non riesce più a sopportare questa situazione sia per la paura che per la fatica di gestirla. Dice che vuole chiamare la protezione animali perché portino via il gatto, ma veramente non c’è altra soluzione secondo voi? Grazie per l’ascolto, aspetto risposta.”

Comportamento aggressivo gatto, che fare?

Addestrare gattino ad uscire e rientrare in casa da solo

Richiesta di consulto veterinario su addestrare un gattino ad uscire e rientrare in casa da solo
“Buongiorno, a breve arriverà un gattino in casa nostra. Abitiamo in un appartamento al primo piano e il condominio è situato in mezzo a una grossa campagna. Io e il mio ragazzo lavoriamo entrambi 8 ore al giorno. Vorremmo che il gattino potesse uscire, ma d’altro canto lasciarlo fuori tutto il giorno, senza la possibilità di rientrare essendo al primo piano, mi sembra un pò esagerato. Cosa pensa si possa fare? Ha qualche consiglio? Grazie.

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form: Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo. Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino. Foto: Thinkstock

Gatto fa pipì sul divano

Richiesta di consulto veterinario su gatto che fa pipì sul divano
“Buonasera, non sappiamo più comportarci, aiuto.. La nostra gatta di 18 mesi non sterilizzata, da qualche settimana si comporta in questo modo: 1 volta al giorno fa pipì sul divano, in vari punti, anche se la lettiera è pulita e usiamo i cristalli. Come dobbiamo comportarci? potrebbe avere problemi fisici o è solo un modo di farsi notare? Grazie.”

atto fa pipì sul divano

Agitazione notturna cane, il veterinario risponde

Richiesta di consulto veterinario su agitazione notturna cane, il veterinario risponde
Salve, Ho una canina di 14 anni un meticcio molto tranquillo e docile. Ha sempre dormito con me tutta la notte senza interruzioni. Da un paio di settimane invece si sveglia 5 o 6 volte,scende al piano di sotto poi ritorna su e spesso fa la pipi sul pavimento.può essere un comportamento dovuto alla età? Grazie”.

Agitazione notturna cane, il veterinario risponde

Comportamento compulsivo cane, che fare?

Richiesta di consulto veterinario su comportamento compulsivo cane, che fare
“Buongiorno scrivo perché la mia cagnolina di 9 anni (taglia piccola e meticcia) è da oltre un mese che sta assumendo un comportamento anomalo alla sera dopo la pappa quando è con noi sul divano. Continua infatti in modo ossessivo e ripetitivo a tirare fuori e dentro la lingua come fosse un serpente. va avanti tutta la sera senza fermarsi. noi le abbiamo provate tutte: sia sgridandola, che coccolandola e che ignorandola: il risultato purtroppo è nullo. Continua imperterrita e spesso cerca anche di leccarci o di leccare la copertina del divano e se poi noi ci rifiutiamo si lecca lei. Lo fa solo alla sera (anche se in realtà lei mangia anche una porzione di pappa alla mattina). Non ne veniamo a capo: sinceramente vorrei capire se ha qualche problema di salute o se è un tic o se dipende dal nostro atteggiamento nei suoi confronti. grazie mille per il vostro supporto.”

Comportamento compulsivo cane, che fare?

Come abituare il gatto all’arrivo di un cucciolo di cane in casa

Richiesta di consulto veterinario su come abituare il gatto all’arrivo di un cucciolo di cane in casa
“Buongiorno. Vi scrivo per chiedervi un consiglio su come comportarci per evitare stress alla nostra gatta, di tre anni, poichè a breve entrerà in casa nostra un cucciolo di cane. Lei ha la possibilità di vivere sia in casa che fuori, abitando in periferia e avendo il giardino. E’ una gatta tranquilla e pacioccona con gli umani, ma non ama condividere il giardino con i gatti del vicinato. La nostra paura è che possa – con l’arrivo di un cucciolo – decidere di abbandonare la nostra casa (nonostante ne sia la regina). E’ viziata e coccolata da tutti i componenti della famiglia ma potrebbe davvero decidere di allontanarsi da noi? Come possiamo evitarlo?”

Come abituare il gatto all'arrivo di un cucciolo di cane in casa

Se il cane ha paura del gatto

Richiesta di consulto veterinario su cane che ha paura del gatto
“Buonasera, ho un meticcio di media taglia di 4 anni con un carattere docile e va d’accordo con tutti i cani maschi e femmine. Da poco ho un gatto adulto di un amico e non so come comportarmi con lui. il gatto è molto tranquillo ed è curioso di conoscere il cane e se ne sta per le sue. Il cane invece quando lo vede trema e piange. Premetto che da piccolo è stato aggredito da un gatto ma ne è uscito illeso. Sto facendo diverse prove comportamentali ma niente. Rincorre il gatto piangendo, oppure sta ore e ore ossessionato a guardare sotto il letto piangendo e tremando. Di conseguenza sono divisi in due stanze diverse. Attendo un vostro parere cordialmente.”

cane paura gatto