Comportamento aggressivo gatto, che fare?

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su comportamento aggressivo del gatto
“Salve, ho una gatta di circa due anni. Da circa un anno ha cominciato ad avere degli attacchi di aggressività contro me, mia madre che abita con me e altri ospiti che vengono occasionalmente a casa mia. Comincia a soffiare, si gonfia il pelo, miagola forte e se ci si avvicina troppo graffia e morde, una volta mi è pure saltata addosso graffiandomi. È una situazione molto pericolosa perché potrebbe anche ferire qualcuno. Questo succede quando sente un rumore strano: un urlo, qualcosa che cade a terra, quando entra gente che non sia mia madre o me (anche se mi è successo una volta solo aprendo la porta di casa tornata da scuola)… Quando accadono queste cose solitamente la chiudo in balcone in qualche modo, anche se a fatica perché ovviamente ho paura. Ho provato a chiedere a un veterinario che mi ha prescritto il diffusore per ambienti di feromoni Feliway e le pastiglie da mettere nel cibo Anxitane. Inizialmente questi attacchi si sono ridotti di numero, ma da qualche settimana si sono ripresentati più frequentemente. Ho paura che possa essere un problema anche il fatto che viva in un appartamento e che il gatto non esca mai di casa se non sul balcone. Ora mia madre non riesce più a sopportare questa situazione sia per la paura che per la fatica di gestirla. Dice che vuole chiamare la protezione animali perché portino via il gatto, ma veramente non c’è altra soluzione secondo voi? Grazie per l’ascolto, aspetto risposta.”

Comportamento aggressivo gatto, che fare?

Tipo di consulto Veterinario Comportamentalista
Tipo di problema: gatto con comportamento aggressivo

Risponde la Dottoressa Silvia Marangoni, Medico Veterinario Esperto in Comportamento. Esercita la sua professione in provincia di Treviso e Vicenza, ma pratica consulenze specialistiche anche a Belluno e Venezia; Per contatti diretti:
Mob: 3281121823
email: [email protected]

 

 

Gentilissima,
da quello che mi descrive, la situazione è molto seria e pericolosa. Il suo Medico veterinario curante ha fatto benissimo a suggerirle i feromoni ed il parafarmaco ma, come anche in umana, se non si applicano dell strategie gestionali diverse e dei cambiamnti consistenti come, per quanto riguarda ovviamente il gatto, l’arricchimento ambientale, queste “stampelle”, dopo un po’ di tempo, non funzionano più. Si chiama terapia comportamentale, una sorta di psicoterapia.
Prima di pensare ad un’alternativa come quella ventilata, di abbandonare il suo gatto, perché non si fa aiutare da un Medico Veterinario Comportamentalista? Saprà farle una diagnosi, prescriverle una terapia adeguata in base alle vostre esigenze. La terapia, oltre ad essere sicuramente comportamentale, potrà avvalersi anche di farmaci, altre stampelle che possano aiutare il suo soggetto a percepire la realtà in maniera oggettiva e non alterata dalla sua malattia o dal suo disagio.
Spero che possa prendere in considerazione questa alternativa. Per reperire un MedVet Esperto in comportamento, vada sul sito della FNOVI (Federazione Nazionale Ordini dei Veterinari Italiani) oppure sul sito della SISCA (Società Italiana Scienze del Comportamento Animale) e ci troverà divisi per Regioni.
Spero che possa risolvere.
Cordiali saluti

Dott.ssa Silvia Marangoni
Medico Veterinario Comportamentalista
ULSS N°2 Marca Trevigiana – TV 347
Mob. 328 1121823

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

Foto: Thinkstock

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>