Cane aggressivo con bambino, che fare?

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su cane aggressivo con bambino, che fare?
“Buongiorno, ho da quasi tre mesi un cane preso al canile. Un maschio che ha le sembianze di un pastore tedesco e colori del Malinois di circa 40 kg. Appena preso a inizio ottobre aveva un’età stimata di circa 10/11 mesi (non alzava ancora la zampa per urinare). Era docile con tutti, bambini compresi. Ho una figlia di 9 anni molto gentile e paziente con il cane, spesso le ho fatto dare il cibo e lui si è sempre comportato bene con lei, solo accenni di ringhio due o tre volte se si avvicinava alla ciotola mentre mangiava o quando aveva un osso in giardino, ma in genere non lo faceva. Lo abbiamo sempre sgridato immediatamente in quelle occasioni. Dopo un viaggio in auto di circa tre ore e mezza dove è stato bravissimo (conosceva bene l’auto e si era sempre trovato bene) ha improvvisamente ringhiato e abbaiato alla bambina dal bagagliaio…tre volte in poco tempo. Ha iniziato a mostrare segni di stress e agitazione peggiorati salendo su un traghetto (per andare in Sardegna). In cabina, legato ha nuovamente ringhiato e abbaiato alla bambina che lo accarezzava…mostrandole i denti. Sul traghetto Abbaiava a tutti, in particolar modo ai bambini. Sbarcati lo abbiamo tenuto lotano dalla bambina. Più tardi sembrava più rilassato e siamo andati in spiaggia a giocare, non aveva mai visto il mare e ha giocato e corso con me, mia moglie e anche con mia figlia. Arrivando altre persone gli ho messo il guinzaglio e dal nulla (ai miei occhi almeno) ha ringhiato ed è saltato verso mia figlia fino a toccarle il viso con il muso, ma senza morderla. Da quel momento non l’ho mai più lasciato senza guinzaglio e non gli ho più permesso di avvicinarsi a mia figlia. Nei sei giorni successivi pur non potendosi avvicinare le ha abbaiato in alcune occasioni tutti i giorni, spesso in auto (il cane nel bagagliaio, io sui sedili posteriori e mia figlia davanti, non la faccio più stare vicina a lui), una volta in casa o passeggiando (sempre al guinzaglio con mia figlia mai a sua portata). Sono molto spaventato anche perché non capisco cosa gli sia successo, mi sembra imprevedibile nel suo comportamento e ormai abbaia a chiunque, è arrivato a “pizzicare” (senza fare male per fortuna) una persona incrociata, sempre al guinzaglio. Non so cosa fare…e sto a malincuore pensando di riportarlo al canile per la sicurezza di mia figlia, anche se mai avrei pensato di poterlo fare… Grazie per l’attenzione, Cordiali Saluti.”

Cane aggressivo con bambino, che fare?

 

Tipo di consulto Veterinario Comportamentalista
Tipo di problema Cane aggressivo con bambino

Risponde la Dottoressa Silvia Marangoni, Medico Veterinario Esperto in Comportamento. Esercita la sua professione in provincia di Treviso e Vicenza, ma pratica consulenze specialistiche anche a Belluno e Venezia; Per contatti diretti:
Mob: 3281121823
email: [email protected]

Gentilissimo Signore,
condivido appieno le sue preoccupazioni, ma la inviterei a ragionare con me. Un cane adottato al canile ha un suo vissuto di traumi ed abbandono, di solito molto profondi che, a volte, si manifestano nelle forme più diverse. A maggior ragione il suo cane ora è in piena fase adolescenziale, quindi alle prese con delle emozioni che fatica a decifrare, soprattutto se non ha avuto, in età infantile una madre competente che lo ha aiutato in questo percorso. Lei fa molto bene a tutelare sua figlia da eventuali pericoli, ma tenga conto che, restituirlo al canile, potrebbe creare nella bambina un grande dolore. Io penserei ad una visita con un Medico Veterinario Comportamentalista che la potrà aiutare a dare una spiegazione al comportamento del suo cane e magari, pensare ad un percorso riabilitativo, ovviamente il tutto condotto in assoluta sicurezza per tutti. Non pensi ad una qualche forma di addestramento, poichè insegnare al cane delle competenze che esulano dalla gestione quotidiana, in queste situazioni non ha alcun significato, anzi a volte, va a compirimere ed inibire i comportamenti del soggetto, senza però modificarne lo stato emotivo. Troverà l’Albo dei Medici Veterinari Comportamentalisti, sul sito della FNOVI o della SISCA, divisi per province di appartenenza o di lavoro; oppure può consultare il suo Medico Veterinario curante, che potrà magari inviarla da un collega di sua fiducia. Cordiali saluti

Dott.ssa Silvia Marangoni
Medico Veterinario Comportamentalista
ULSS N°2 Marca Trevigiana – TV 347
Mob. 328 1121823

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

 

 

 

Foto credit Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>