Un giorno da cani in rifugio

Avete mai pensato di mettervi nei panni di un cane? A pensare a cosa può provare stando chiuso in una gabbia in canile? A stare soli tutto il giorno? Al Cape Ann Animal Aid, un rifugio per cani abbandonati del Massachusetts, un gruppo di volontari ha provato un singolare esperimento. Ecco di cosa si tratta.

cane-in-box

Anche i cani a caccia di Pokemon

“State cercando di far schiudere un uovo o di catturare un raro Pokemon? Venite al Muncie Animal Shelter e portate a spasso uno dei nostri cani mentre giocate. È sufficiente che vi presentiate al front desk chiedendo dei Pokemon Dogs”. La geniale trovata è di Phil Peckinpaugh, direttore di un rifugio per animali nell’Indiana in Usa. Sfruttando la popolarità della nuova App, Pokemon Go, che fa apparire i mostriciattoli nel mondo reale, Peckinpaugh ha lanciato un invito ai giocatori sulla pagina Facebook del suo centro, per portare con loro i cani abbandonati nelle lunghe passeggiate per scovare i Pokemon. E ha avuto subito un inaspettato riscontro.

 

Avviso di un rifugio per giocatori Pokemon Go

 

Gattini colorati di verde e azzurro, uno scherzo pericoloso

Due micini di poche settimane colorati di verde e di azzurro, con pennarelli indelebili. Forse sono stati vittime di uno scherzo, piuttosto crudele, di qualche ragazzino annoiato. I due gatti sono stati ritrovati a Bradford in Inghilterra, abbandonati a loro stessi in queste condizioni. Tra l’altro, elemento da non sottovalutare, l’estrema pericolosità che questo scherzo avrebbe potuto avere sulla loro salute.

Gattini colorati

La terra dei cani randagi, paradiso a 4 zampe (VIDEO)

C’è una terra dove oltre 900 cani vivono liberi, giocano e corrono nei prati come fosse il loro paradiso. E difatti lo è un paradiso il ‘Territorio de Zagiuetas’  ovvero la terra dei cani randagi‘, uno straordinario quanto insolito rifugio per numero di ospiti, estensione e magnificenza degli spazi naturali, che si trova in Costa Rica. Un paradiso messo in piedi, organizzato  e gestito da  privati, tutti volontari. Qui ogni cane è pronto a essere adottato, ha un nome, una storia, ed è valorizzato senza distinzioni di razze e pedigree. Siete pronti a partire?

 

 

Santi l’agnellino adottato dalla pecora Teresa (VIDEO)

Santi ha solo qualche giorno di vita ed è tra i più piccoli agnellini inviati d’emergenza al rifugio Gaia ad Ogassa, in Spagna. La mamma non ha latte e non può nutrirlo, ma un’altra pecora, Teresa, che ha perso il figlio nella fattoria da cui provengono, lo ha subito adottato e lo allatta. Un miracolo nel miracolo, di quelli che accadono solo nei luoghi magici quali sono i santuari per animali, in una catena solidale tra umani e animali. Al rifugio Gaia infatti sono arrivati in 36 tra pecore e agnelli in pessime condizioni. Facevano parte di un gruppo di 90 recuperato tra 140 compagni morti in una fattoria.

 

 

 

 

King, il cane insicuro che nessuno vuole (Video)

Adottare un cane dal canile non è un gioco. E’ un impegno serio, che dura per tutta la vita del pet che entra a far parte della famiglia. oggi vi raccontiamo la storia del cane King, che è stato adottato per due volte, e per due volte è stato riportato indietro. La sua unica colpa? Aver voglia di giocare, come qualunque altro amico a quattro zampe.

Lo schnauzer che mi ha salvato la vita

Stavo combattendo contro la depressione, e avevo da poco iniziato a consultare medici e assumere farmaci. Ma sentivo che non stavo bene. Un giorno mi sono imbattuta in un articolo che diceva che avere un animale domestico poteva aiutare a vincere la depressione, così ho deciso di prendere un cane.

schnauzer

Cane torna a camminare grazie a una stampante 3D

Il piccolo Derby può tirare un sospiro di sollievo: condannato all’eutanasia a causa  di una brutta malformazione alle zampe anteriori, che gli impediva di muoversi, ha vinto la sua battaglia contro chi non lo voleva fare vivere! I suoi proprietari non potevano più occuparsi di lui, ed avevano deciso di portarlo in un rifugio, il Peace and Paws, nel New Hampshire, che lo avrebbero custodito prima di praticargli l’eutanasia. Ma ora il pet è tornato a camminare grazie ad una stampante 3D.

stampante 3D

Jewel la capra e Mirka il cane, amici di zampa (Foto)

Jewel è una capra nera, dolcissima, che è stata abbandonata al freddo quando aveva pochi giorni di vita: ritrovato da un gruppo di volontari, tremante dal freddo (in Bulgaria dove è stato trovato le temperature in inverno sono molto rigide), la capra non mangiava da quasi un giorno intero ed era allo stremo delle forze. Per fortuna che i volontari dell’associazione Il santuario degli amici a quattro zampe si sono presi cura di lui, fornendogli latte, calore e amore! Ecco la storia a lieto fine di Jewel e dei suoi amici animali.

capretta

Rifugio cerca volontari per coccolare i gatti

La vita in un rifugio può essere difficile, anche per un gatto dal proverbiale spirito indipendente, soprattutto quando si tratta di cuccioli abituati sin da piccolissimi ad un’esistenza in gabbia. Ecco, perché il gattile Westgate Ark Centre di Newcastle, in Inghilterra, ha avanzato una proposta tanto singolare: A.A.A. Cercasi volontari disponibili a coccolare i felini!

Gli angeli dei cani, animalisti in aereo per salvare gli amici a 4 zampe

Li hanno ribattezzati gli “angeli dei cani”. Sono Jonathan Plesset e Brad Childs, co-fondatori del Pittsburgh Aviation Animal Rescue Team (Paart), un’organizzazione benefica che si occupa di portare in salvo gli amici a 4 zampe da strutture a rischio. Lo scorso fine settimana 5 piloti volontari hanno trasferito 15 cani da un rifugio in West Virginia, dove il tempo per i cuccioli era scaduto, ad un altro senza scopo di lucro della Pennsylvania che non pratica l’eutanasia per ragioni di spazio.

Aiutare gli animali passeggiando, grazie ad un’app

Aiutare gli animali

Un’applicazione per il telefonino che permette di aiutare gli animali in difficoltà? E’ possibile grazie all’app denominata ResQWalk, scaricabile in qualunque store della apple, che permette di inviare dei fondi ai rifugi per animali abbandonati ed in difficoltà, per adesso limitata ai soli Stati Uniti e Canada. Un’iniziativa veramente interessante che presto potrebbe anche trovare sviluppo anche nel nostro paese. Vediamo in concreto di cosa si tratta.

Ritrovano il cane disperso dopo l’Uragano Sandy (Video)

L’uragano Sandy, che si è abbattuto su Giamaica, Cuba, Bahamas e Florida nell’anno 2012, oltre a causare 182 vittime e danni per 50 miliardi di dollari, ha portato via anche molti amici a quattro zampe dalle famiglie che li ospitavano. Anche James e Elicia Chuck, una famiglia del New Jersey, perse il proprio cane durante la tempesta, ma non ha mai abbandonato la speranza di ritrovarlo un giorno, sano e salvo. E così è successo, a distanza di diciotto mesi da quel tragico evento! Ma vediamo per bene come sono andati i fatti.