Gatti, d’estate attenti alle candele alla citronella ed ai repellenti antizanzare

di Redazione 3

La salute dei nostri gatti è prioritaria in ogni stagione dell’anno ma ci sono alcuni periodi che andrebbero cerchiati in rosso sul calendario per quanto riguarda il numero di incidenti domestici e non che si registrano a spese dell’incolumità dei nostri a-mici. Pensiamo ad Halloween, ad esempio: tra scherzetti, anche di cattivo gusto legati alla superstizione sui gatti neri, e dolcetti al cioccolato, tossici per via della teobromina, bisogna tenere gli occhi ben aperti, pur senza scadere in un ingiustificato allarmismo. In generale tutte le festività ed i periodi di vacanza, con un via vai di estranei per casa, porte sempre aperte, sono mal tollerate dai nostri tuttozampe. D’estate, per quanto riguarda la sicurezza dei nostri felini domestici, sia in giardino che sul terrazzo piuttosto che in casa, bisogna prestare particolare attenzione ad ospiti indesiderati come pulci, zecche, zanzare oltre che ai malori dovuti al caldo.

Abbiamo già visto come prevenire nel micio la disidratazione ed il colpo di calore, come stimolarlo a bere con la fontana per gatti, come incoraggiarlo a mangiare quando è inappetente per via dell’afa e persino come evitare le scottature nei gatti con poco pelo a protezione dai raggi UV. Oggi parliamo invece di un pericolo scarsamente preso in considerazione da noi proprietari ma che potrebbe provocare qualche grana al micio: le candele alla citronella.

D’estate noi bipedi faremmo di tutto pur di scovare rimedi naturali contro le zanzare. Sono insetti terribilmente fastidiosi che minano la tranquillità delle serate trascorse in giardino. A mettere in guardia dai rischi delle candele antizanzare è la ASPCA® (The American Society for the Prevention of Cruelty to Animals®).

L’associazione consiglia di fare molta attenzione, non lasciandole accese quando vi allontanate o peggio non siete in casa. Anche in vostra presenza dovrebbero comunque essere posizionate in una zona inaccessibile agli animali domestici perché l’impatto con la fiamma potrebbe causare al micio ustioni più o meno gravi, traumi al viso o alle zampe dei gatti che, spinti dalla curiosità, ficcano il musetto dappertutto. Inoltre l’ingestione di alcune sostanze usate come repellente per le zanzare potrebbe scatenargli irritazioni allo stomaco, problemi al sistema nervoso centrale e, qualora inalati, gli oli potrebbero persino provocare danni ai polmoni.

Commenta!

Commenti (3)

  1. Sinceramente credo che l’odore della citronella sia tanto forte che al gatto dia troppo fastidio perché vi si avvicini. Naturalmente se si hanno gatti molto attivi è sempre saggio non lasciare cose che, cadendo, possono provocare danni, come le candele accese appunto. A dir la verità sarebbe buona norma non lasciare MAI fuochi accesi se si è fuori casa.

    1. giusto 🙂 in generale non solo le candele alla citronella ma tutte le candele andrebbero posizionate lontane dai mici e spente in nostra assenza, essendo in estate quelle alla citronella sono le più usate anche se hai ragione la citronella ha un effetto repellente per i mici e dovrebbe tenerli lontani…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>