Pulci nei gatti, i segnali spia sul pelo

di Redazione 2

Dei segnali inequivocabili di un’infestazione da pulci nei gatti parla su Petplace la dottoressa Debra Dr. Primovic.
Anche se non vediamo il parassita, sul pelo potrebbe esserci una traccia che non lascia adito a dubbi sulla sua presenza nel nostro micio: si tratta degli escrementi che producono i microorganismi.

Come riconoscerli? Innanzittutto è bene sapere che aspetto hanno. A prima vista, potrebbe sembrare semplice sporcizia con cui è entrato in contatto il nostro amico a quattro zampe. Sulla superficie del pelo si presentano infatti come piccole macchie nere. Per darvi un’idea ancora più precisa, potremmo paragonarle a del pepe macinato fresco.

Purtroppo, però, è un materiale ben più fastidioso di una spezia. Le pulci si nutrono di sangue e, per quanto possa sembrare disgustoso, i loro escrementi contengono dunque principalmente il sangue digerito del nostro povero micio, vittima di questi minuscoli vampiri.

E’ importante saper riconoscere le feci delle pulci perché spesso le pulci non si notano ma trovare questo indizio può farci intervenire con i trattamenti antiparassitari adeguati. Ora che sappiamo che aspetto hanno è bene sapere dove è più probabile scovarle. Oltre alle zone in cui si concentrano di più le pulci, è possibile vederle più facilmente laddove il pelo del gatto è meno folto e più chiaro. Anche sul dorso del micio, dal cranio alla coda.
O ancora nella cuccia dell’animale. Potete anche usare un foglio bianco passandolo sul micio ed osservare se cadono delle piccole scaglie nere.
Inoltre, potete usare un pettine per le pulci e passarlo sul pelo.

Per capire che si tratta veramente delle feci delle pulci, basterà osservarne il colore quando si ammorbidiscono una volta inumidite, se è bruno-rossastro avrete la conferma. Anche non avete visto le pulci, questa prova è più che sufficiente. I gatti sono infatti molto abili nel leccare via i parassiti durante le loro pulizie quotidiane e difficilmente troverete una prova più concreta di quella rappresentata dalle macchie di escrementi.

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>