Gattini, come proteggerli dai pericoli

di Redazione Commenta

Se per Natale avete intenzione di adottare un gattino o lo riceverete in regalo, è bene sapere, soprattutto se siete alle prime armi con i cuccioli, che proprio come un bebé può correre dei rischi a causa di piccoli oggetti lasciati in giro ed ingeriti, di piante tossiche, fili della corrente lasciati scoperti e tante altre disattenzioni all’apparenza banali ma che possono mettere in serio pericolo l’incolumità del nuovo arrivato. E se vogliamo partire con la zampa giusta, non possiamo certo permettere che accada.

La curiosità è gatto e i micini non hanno granché idea di cosa possa fargli del male. Giocano con tutto quello che gli capita a tiro, ingeriscono di tutto e si ficcano nei posti più impensati.

Tra gli oggetti che dovrebbero essere off limits per il gattino di casa, ci sono i gomitoli di filo, malgrado il gatto sia spesso rappresentato mentre gioca con un gomitolo, se il filo viene ingerito non verrà digerito e potrebbe ostruire il tratto intestinale.
L’unico rimedio in quel caso è la chirurgia. Meglio dunque giocare con il filo solo se all’altro capo ci siete voi, altrimenti tenete i gomitoli lontani dal gatto.

Stesso discorso per i cavi elettrici che durante le feste abbondano in casa. Il gattino li trova divertenti da masticare ma potrebbe ustionarsi bocca e lingua e rimanere anche gravemente ferito. Meglio coprirli con l’apposito copricavo.

Lontano dai micini anche tutti i farmaci, gli insetticidi, i prodotti per la pulizia, le soluzioni antigelo, la cioccolata, le piante tossiche, l’olio del motore. In generale evitate che il gatto vada a frugare sotto il lavello o sia libero di assaggiare tutto quello che trova sui banconi della cucina, in garage piuttosto che in giardino.

I gattini vedono molto spesso qualsiasi altro animale come un amico, ignari dei pericoli che comportano rettili, ragni, insetti, grossi uccelli, cani o altri gatti. Meglio dunque stare in guardia, quando il micio è ai primi mesi di vita e scopre il mondo, agli altri animali con cui si imbatte e osservare le interazioni pronti ad intervenire in caso di pericolo.

Occhio anche ai pericoli delle feste, ovvero porte lasciate spesso aperte con il rischio che il micino esca in strada e si smarrisca, candele che potrebbero ustionarlo e scatenare incendi, stella di Natale tossica e la cioccolata che compare in ogni dove e che fa male agli animali per via della teobromina.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>