Perchè il pesce rosso cambia colore?

di Redazione Commenta

pesce rosso cambia colore

Tutti noi nel corso della vita abbiamo visto o anche avuto un pesce rosso: ed a tutti è capitato di chiedersi, ma perchè il pesce rosso cambia colore? Si tratta di una caratteristica piuttosto comune tra questi animali, dovuta a fattori differenti tra loro, alcuni genetici, altri per un’errata alimentazione o detenzione. Vediamo insieme quali sono le principali ragioni per le quali un pesce rosso cambia intensità del colore o tonalità dello stesso. Per prima cosa, il fattore crescita: alla nascita i carassi, come tutti gli avannotti, sono di un colore diverso rispetto a quello che assumeranno nell’età adulta. E’ probabile quindi un cambio di colore entro i primi due anni di vita.

Tra le cause naturali, si segnalano anche il fenomeno dell’iperpigmentazione, che si può verificare quando l’animale ha freddo a causa di un abbassamento della temperatura della vasca. In questo caso le parti del corpo più esposte al freddo diventano nere o comunque assumono una colorazione più scura. Nessun allarmismo: sarà sufficiente alzare la temperatura e monitorare la vasca. Oppure, soprattutto se il pesce è stato acquistato ad un prezzo basso, può trattarsi di una falsa colorazione, ovvero i venditori nutrivano i pesci con mangimi che favorivano la pigmentazione. Nella vasca domestica, con un’alimentazione del tutto normale ed idonea, tale colorazione stinge ed il pesce manifesta un’altrazione cromatica.

Se il vostro animale domestico cambia colorazione senza imputare ciò alle cause sopra indicate, è possibile che si tratti di un cambio di alimentazione o dei valori dell’acqua: in questo caso sarà sufficiente tornare alle vecchie abitudini (alimentazione, valori dell’acqua, nessun trasferimento di vasca) e la situazione tornerà da sola alla normalità. La colorazione spesso è un modo che hanno i pesci di comunicare con noi esseri umani: prestiamo attenzione ai nostri amici di vasca, per scoprire eventuali problematiche legate al loro benessere ed alla loro salute.

Foto credits: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>