Pecas, dai narcos a cane antidroga

di Redazione Commenta

Un amico a quattro zampe che prima era un cane fedele ai narcos, una vera mascotte, può diventare oggi  un cane antidroga in aiuto alle forze dell’ordine? Può accader anche questo: è la storia di Pecas, un cane veramente speciale che oggi si dedica completamente a stanare le sostanze stupefacenti che fino a pochi mesi fa proteggeva per conto dei suoi proprietari. Pecas prima lavorava al fianco dei narcotrafficanti, in particolare del suo proprietario Cesar Martinez, un boss della malavita colombiana che adesso si trova in carcere.

cane antidroga

E’ stato proprio l’arresto del malvivente che ha consentito il ritrovamento di Pecas, che dopo sei mesi di addestramento è diventato un vero cane poliziotto a tutti gli effetti. Il suo passato da narcos gli permette infatti di riconoscere perfettamente le sostanze illecite che dalla Colombia vengono esportate in tutto il mondo: il cane è un incrocio tra un pointer e un Black Hound, un meticcio insomma, una razza ben diversa rispetto ai temibili Dogo o Pitbull di cui spesso i narcos si circondano per proteggere i loro affari.

Pensate che questo amico peloso era stato scelto dal boss proprio per il suo fiuto sopraffino, perfetto per annusare la cocaina e le altre sostanze smerciate: ora Pecas è una grandissima risorsa al servizio della legalità, uno dei migliori cani poliziotto come lo hanno definito gli agenti, proprio grazie a questo fiuto che lo aveva reso celebre tra la malavita locale. Una bella storia a lieto fine vero? Chissà cosa pensa il suo proprietario da dietro le sbarre!

Foto credits: Thinkstock

Fonte: Reuters

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>