Parvovirosi nel cane, prevenzione, sintomi e cura

di Fabiana Commenta

È allarme parvovirosi in Liguria: nella città di Genova si sino verificati oltre dieci casi di decessi di cani a causa della parvovirosi, una sorta di gastroenterite virale che può addirittura condurre alla morte.

come aiutare un cane in lutto

Per far fronte all’emergenza è stata chiesta la collaborazione con scambio di dati fra i veterinari della Asl e i veterinari, ma intanto vediamo la prevenzione e la cura della parvovirosi oltre ai sintomi da tenere sotto controllo nel cane colpito. 

Si tratta di una una malattia virale molto contagiosa che può portare il cane alla morte in pochi giorni: viene causata dal parvovirus ed è nota come gastroenterite virale. Si trasmette attraverso le feci infette di altri animali e finisce per attaccare l’organismo del cane prima andando a colpire il midollo spinale e le pareti intestinali.

I sintomi della parvovirosi sono abbastanza facili da identificare: il periodo di incubazione va dai 3 ai 7 giorni. Nell’arco di questo lasso di tempo il virus attaccata prima i linfonodi della gola  e poi attacca il flusso sanguigno. 

Si presenta attraverso diversi sintomi, vomito, diarrea emorragia, febbre alta, ma anche altri sintomi come spossatezza, inappetenza.

Il vomito e la diarrea emorragica, associati all’inappetenza, sono sintomi sono particolarmente pericolosi perché possono condurre il cane alla disidratazione e condurlo alla morte anche entro poche ore. 

In caso di vomito e diarrea il cane va immediatamente portato dal veterinario per poter essere curato. È vero che sono i cuccioli, con minori difese immunitarie, i soggetti più a rischio, ma è anche vero che questo virus non va mai sottovalutato, a nessuna età perché può essere sempre molto pericolosa. Una volta che viene diagnosticata la parvovirosi, è bene curare il cane: è necessario mantenerlo idratato, somministrare i necessari antibiotici, per contrastare, i farmaci anti vomito e gastroprotettori. 

Inoltre è molto contagiosa per cui i cani malati vanno immediatamente isolati dagli altri sani ed è necessario disinfettare tutti gli oggetti con il cui il cane entra in contatto in casa, dalla cuccia alle ciotole ai giochi.

In ogni caso, allerta a parte è bene vaccinare contro la parvovirosi i cuccioli e assicurarsi che venga effettuato il richiamo necessario. 

Per il rispetto anche degli altri cani è bene vaccinare il proprio animale d’affezione e raccogliere le feci per evitare eventuali contagi. 

PARVOVIROSI CANINA IN LIGURIA, È ALLERTA 

photo credits | think stock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>