Parvovirosi nel cane, prevenzione, sintomi e cura

È allarme parvovirosi in Liguria: nella città di Genova si sino verificati oltre dieci casi di decessi di cani a causa della parvovirosi, una sorta di gastroenterite virale che può addirittura condurre alla morte.

come aiutare un cane in lutto

Per far fronte all’emergenza è stata chiesta la collaborazione con scambio di dati fra i veterinari della Asl e i veterinari, ma intanto vediamo la prevenzione e la cura della parvovirosi oltre ai sintomi da tenere sotto controllo nel cane colpito. 

Gastroenterite cane: cause, sintomi, cura e quanto dura

gastroenterite cane cause sintomi cura quanto duraLa gastroenterite è un’irritazione dello stomaco e dell’intestino, che si manifesta abitualmente con vomito e diarrea, sia nell’essere umano che nel cane. Anche se in generale quando si parla di gastroenterite canina si fa riferimento alla parvovirosi (o gastroenterite virale o emorragica del cane), le cause possono essere diverse: disturbi del metabolismo, malattie infiammatorie intestinali, alimentazione eccessiva o errata, ingestione di sostanze inopportune come la spazzatura, gli avanzi della tavola, oggetti vari (che possono provocare anche un’ostruzione intestinale) o le feci, ma anche più semplicemente parassiti, batteri, virus (proprio come nel caso della parvovirosi) o allergie.

Le vaccinazioni per i cani

vaccinazioni cane

Quando decidete di adottare un cane la prima cosa da fare dopo averlo portato a casa è quella di rivolgervi al vostro veterinario di fiducia per farlo vaccinare; questa operazione è molto importante, sia per la salute che vostro amico a quattro zampe, sia per la vostra. Tutte le vaccinazioni effettuate all’animale saranno registrate in un apposito libretto sottoscritto dal medico, che costituirà un registro permanente per dimostrare la storia vaccinale del cane, nel caso in cui dovrete portarlo con voi in viaggio o richiederne il passaporto.

Le vaccinazioni più comuni da fare al cane sono quelle che lo proteggono dalle principali malattie infettive che possono colpirlo, e come per gli uomini, possono essere effettuate in un’unica soluzione o con più richiami successivi. Il primo vaccino da effettuare nei cani è quello contro la Parvovirosi, ovvero la gastroenterite emorragica che porta alla disidratazione dell’animale, e, nei casi più gravi, anche alla morte; data la gravità della malattia, la vaccinazione viene praticata all’età di sei settimane.

Il Cimurro è causato da un virus che colpisce l’apparato respiratorio, quello gastroenterico e il sistema nervoso, e si manifesta con l’emissione di sostanza grigia o bianca, e, alcune volte anche con crisi epilettiche. L’unica soluzione efficace per la profilassi del cimurro è la vaccinazione, esattamente come nel caso dell’epatite infettiva, una malattia virale che colpisce il fegato dell’animale e che provoca febbre alta, vomito e forti dolori.