Il passaporto per cani e gatti, adesso è obbligatorio

di Giulia 1

ok

Dal primo ottobre del 2004 è obbligatorio, per chi viaggia o ha necessità di spostarsi con cani, gatti o furetti al seguito, il passaporto per i nostri amici animali: tale obbligo è stato sancito da un Regolamento dell’Unione Europea , in particolare il numero 998/2003.

Le norme si riferiscono ai movimenti degli animali da compagnia tra gli Stati europei o in entrata da Paesi terzi: per ora sono esclusi dall’obbligo di tale documentazione gli animali destinati alla vendita o in caso di mero trasferimento di proprietà e sono esclusi anche gli animali tropicali, anfibi, rettili, conigli, uccelli e roditori.

Ma in cosa consiste il passaporto per animali? Innanzitutto consente l’identificazione dell’animale e del suo proprietario grazie al numero identificativo di microchip, elemento importante in caso di furto o smarrimento o di commissione di illecito. Inoltre sul passaporto vengono segnate le vaccinazioni effettuate o ogni altra notizia riguardante l’animale che sia ritenuta importante dalle autorità competenti.

Per chi viaggia con cani e gatti inoltre è bene informarsi sulle normative vigenti nel paese che si intende visitare: Regno Unito, dell’Irlanda, della Svezia e di Malta ad esempio richiedono che il passaporto per animali contenga espressamente la trascrizione delle analisi eseguite per verificare la presenza della rabbia (la vaccinazione o le analisi devono in tal caso essere fatte almeno 21 giorni prima della data fissata per la partenza).

È importante quindi che tutti i proprietari di animali si premuniscano di tale documento, richiedendolo all’Asl della propria città, ufficio servizio veterinario: il passaporto ovviamente ha un costo che varia da regione a regione, e ha una scadenza fissata in cinque anni, per cui ogni volta che si vuole partire ed è trascorso tale lasso temporale, il passaporto deve essere rinnovato.

Al documento si deve anche aggiungere l’attestazione di conformità e salute dell’animale, che deve essere rilasciata attraverso un timbro dal veterinario, 24 ore prima della partenza, mentre la foto è facoltativa. È importante ricordare di fare o rinnovare il passaporto per gli animali dunque, per viaggiare sereni e sicuri insieme ai nostri amici a quattro zampe!

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>