Anche i furetti hanno bisogno del passaporto

di Redazione 2

Chi ha un cane o un gatto sicuramente lo sa: per portare i propri cuccioli all’estero, dal 3 luglio 2004, è necessario il passaporto; ma dell’esistenza di questa legge ne sarà di sicuro al corrente anche chi possiede un furetto. Infatti anche per portare in viaggio questi piccoli mammiferi è necessario il passaporto rilasciato dalla Asl.

Se possedete un furetto e avete deciso di portarlo all’estero con voi dovete presentarvi con il vostro furetto già in possesso di chip, e quindi registrato, e la seguente documentazione: il libretto delle vaccinazioni, il certificato di buona salute emesso dal veterinario, il certificato che attesti che il furetto è vaccinato contro la rabbia; questo certificato deve attestare che il vaccino è stato fatto almeno 20 giorni prima, e quindi deve riportare la data di vaccinazione, la marca del vaccino, il numero del lotto e il nome del furetto.

Il passaporto costa 12 euro, ai quali vanno aggiunti altri 6 euro se si vuole che sia valido anche per i Paesi al di fuori della Comunità Europea.

[Fonte: furettomania.it]

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>