“Mai più Green Hill”, il video di Tiziano Ferro

di cinzia iannaccio 1

green hill video tiziano ferroE’ stata Dorothy l’ultima Beagle a lasciare giovedì pomeriggio la struttura di Green Hill a Montichiari (Brescia), come sapete posta sotto sequestro dalla magistratura. Si tratta di una fattrice che è stata data in affidamento insieme ai suoi cuccioli, ben 6. Questo è il primo week end in cui tutti i beagle di Green Hill sono liberi, affidati. In totale 2639, contro i 2400 iniziali: in questi mesi le fattrici come Dorothy hanno messo al mondo tanti altri cuccioli, destinati a laboratori che ora invece cresceranno alla luce del sole scorazzando su prati. In molti hanno sostenuto questa campagna (solo la LAV custode giudiziaria dei cani di Green Hill insieme a Legambiente ha ricevuto ben 9000 richieste d’affido). Ora anche un personaggio famoso in più, amato in tutto il mondo: Tiziano ferro, con un video presentato ieri diventa il nuovo testimonial della lotta contro la vivisezione e chiede un nuovo impegno a tutte le persone sensibili.

Occorre sostenere ancora la LAV perché per avere una vittoria definitiva e che quindi abbia un senso (anche legislativo) non solo per i cuccioli di Montichiari, ma per tutti gli animali “prodotti “ i luoghi similari, bisogna portare avanti la causa in tribunale e vincerla. Vediamo il video?

Cuccioli come Merlino, nel terzo millennio, alla luce delle tante acquisizioni scientifiche tecnologiche, ha spiegato ancora Tiziano Ferro, non dovrebbero essere usati nei laboratori :

“la crescente sensibilità dei cittadini per i diritti degli animali, e le tecnologie avanzate, ci spingono a credere che si possa lottare per una ricerca cruelty free”.

Molto fanno le associazioni animaliste, i testimonial, i comuni cittadini. Certo è che si attende ancora (da troppo tempo ormai) un deciso passo dal Parlamento, per il recepimento della direttiva europea sulla vivisezione. Nel frattempo nuovi impegni, dall’appuntamento per manifestare contro la Harlan previsto per sabato prossimo e oggi pomeriggio a Montirone (Brescia) per protestare a favore della chiusura di un allevamento di visoni, già sotto ordinanza di sgombro per le condizioni in cui gli animali vengono tenuti.

Fonte: LAV

Foto: Thinkstock

 

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>