Ipertensione nei gatti

di Paola P. Commenta

La pressione arteriosa elevata – propriamente detta ipertensione arteriosa sistemica – è un aumento della pressione sistolica o diastolica del sangue arterioso. La pressione arteriosa ha due valori: la pressione sistolica, che è l’alto valore che si sviluppa quando il cuore si contrae e pompa il sangue e la pressione diastolica, il basso valore che si verifica quando il cuore si rilassa e si riempie. Ad esempio, 120/80 equivale ad una pressione sistolica di 120 mmHg e ad una pressione diastolica di 80 mmHg.

Una sistolica costantemente superiore a 160 mmHg nel gatto è considerata elevata. La pressione diastolica nei gatti non dovrebbe superare i 100-110 mmHg, a condizione che si registri il valore quando l’animale è rilassato.

Cause.

  • Tumori della ghiandola surrenale, come il feocromocitoma, che è un tumore corticosurrenale causa della malattia di Cushing o la malattia di Conn
  • Farmaci
  • Disturbi del sistema nervoso centrale

Alcuni casi di ipertensione sono idiopatici, il che significa che non hanno una causa nota. Un gatto predisposto alle malattie renali ha più probabilità di sviluppare ipertensione. L’ipertensione può influenzare il gatto influendo su cervello, occhi, cuore, reni e vasi sanguigni. L’ipertensione può essere sospettata da alcuni sintomi e da un esame clinico, ma può essere diagnosticata solo con misurazioni ripetute nel tempo.

Sintomi.

  • Depressione
  • Cambiamenti comportamentali
  • Improvvisa cecità
  • Sintomi correlati a malattie sottostanti (come i disturbi endocrini)

Diagnosi.

I test diagnostici si rivelano necessari per riconoscere l’ipertensione, per aiutare a determinarne la causa, ed escludere altre malattie. I test possono includere:

  • Storia clinica completa ed esame fisico. L’esame dovrebbe essere rivolto verso gli organi bersaglio dell’ipertensione, con un’analisi attenta degli occhi, del sistema nervoso, di cuore e reni.
  • La diagnosi richiede la misurazione della pressione arteriosa. Si tratta generalmente di un bracciale, simile a quello usato nei bambini, e di un dispositivo per misurare la pressione sanguigna. I gatti possono avere una pressione elevata se sono eccitati. Di conseguenza, il veterinario dovrebbe fare ripetute misurazioni della pressione arteriosa prima di fare una diagnosi di ipertensione. Questo potrebbe richiedere un breve ricovero al fine di consentire misurazioni ripetute sull’animale in uno stato di calma.
  • La causa dell’ipertensione deve essere identificata e questo può richiedere esami del sangue della funzione endocrina, i raggi X o un’ecografia degli organi addominali.

Trattamento.

I trattamenti per l’ipertensione possono includere uno o più dei seguenti elementi:

  • Trattamento specifico della causa sottostante, a seconda del caso.
  • In casi gravi, quando ci sono rischi seri per il cuore ed il sistema cardiovascolare, si richiede il ricovero per somministrare farmaci che abbassano la pressione sanguigna. Questi possono includere nitroprussiato di sodio, diuretici, amlodipina o altri farmaci vasodilatatori.
  • Il trattamento dell’ipertensione cronica nei gatti di solito inizia con un calcio-antagonista, amlodipina.
  • Nella maggior parte dei casi, viene raccomandata una riduzione del peso e e un taglio netto del contenuto di sodio nella dieta.

[Fonte: Petplace]

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>